Alla scoperta del DAX Future

Ormai da anni in tutti i talk show mondiali e in tutti gli approfondimenti di politica e di finanza si sente parlare con maggiore frequenza dei DAX Future: andiamo a scoprire di cosa parliamo e valutiamo in che modo viene usato il DAX Future per le negoziazioni di borsa e per guadagnare denaro.

Scopriamo cos’è il DAX Future

dax future e bandiera tedescaPartiamo dalla derivazione del termine DAX: esso è semplicemente l’acronimo in lingua tedesca di Deutscher Aktien Index che significa in maniera letterale Indice delle azioni tedesche. Esso è composto dalle azioni delle trenta maggiori aziende quotate nella Borsa tedesca che possono vantare la maggiore quotazione e capitalizzazione. Per completezza occorre specificare che in seguito la denominazione è cambiata in Deutsche Aktienindex 30. I 30 titoli che vanno a comporre il Dax sono quelli appartenenti ad azioni di aziende di settori tradizionali e tecnologici in base a criteri diversi di liquidità e capitalizzazione. Essi sono quotati sul Prime Standard della principale borsa tedesca, quella di Francoforte, e possono essere negoziati sulla piattaforma Xetra, tra le più famose e utilizzate nel mondo della finanza.

Nel 1988 il Dax è stato introdotto nel mercato finanziario di Francoforte ed è l’indice azionario più utilizzato nella Borsa tedesca.  Per rendere ancora più chiara l’idea di quanto valga nelle transazioni il Dax basti pensare che l’80% dei volumi di scambio viene effettuato sui titoli che vanno a comporre questo indice.

I criteri per entrare nel DAX

Vediamo quali sono i criteri che fanno entrare le azioni di una società quotata in Borsa nel DAX, sul quale poi avvengono le transazioni sui DAX Future. I criteri sono rigorosissimi, da sana tradizione tedesca:

  • Le società devono avere sede legale nel territorio tedesco;
  • La società deve essere quotata in Borsa da almeno tre anni;
  • La società deve rispettare un determinato volume d’affari nel corso dell’anno;
  • La capitalizzazione relativa all’anno in corso, determinata dal numero delle azioni che sono in circolazione ed al loro prezzo unitario. Per quanto riguarda le azioni bisogna tener conto di quelle ordinarie, di quelle privilegiate e di quelle di nuovo godimento.

Proprio per questo motivo il DAX viene aggiornato periodicamente, sostituendo le azioni che non rispecchiano più i requisiti standard con altre nuove.

Il calcolo dell’indice DAX

il mercato del DAX FutureCome viene calcolato l’indice del DAX? Il valore dell’indice inizialmente veniva calcolato giornalmente  mentre a partire dal primo gennaio del 2005 è calcolato in tempo reale, con una variazione ogni secondo, dalle 9 del mattino alle 17 del pomeriggio, e viene calcolato sulla variazione delle quotazioni ponderate per il flottante. Nel calcolo dell’indice Dax sono calcolati anche i dividendi che vengono pagati ai possessori delle azioni come così pure i ricavi dei diritti d’opzione. Dopo aver chiarito che cos’è e come viene calcolato il Dax 30 possiamo passare alla definizione dei Future Dax, che anticipiamo che non è altro che il derivato dell’indice stesso.

Il DAX Future

Il Dax Future è quotato sul mercato Eurex ed il contratto che si va a stipulare vale circa 25 euro a punto anche se la variazione minima presa in considerazione, detta TICK, è pari a mezzo punto; in pratica un tick vale all’incirca 12,5€ e viene negoziato dalle 8.00 alle 22.00 dal lunedì al venerdì. Nell’orario dalle 17.30 alle 22.00 il valore dell’indice Dax viene valutato calcolando proprio le variazioni del Future Dax.

Leggi anche: I contratti futures

Il DAX Future ha una vita trimestrale e la scadenza va a cadere il terzo venerdì dei mesi di marzo, giugno, settembre e dicembre. Questo sta a significare che se un risparmiatore vuole tenere in portafoglio i DAX Future, alla scadenza dello stesso, deve chiudere il contratto vendendolo e acquistare il contratto trimestrale successivo con scadenza nuovamente a tre mesi. Facciamo un esempio pratico: se ho in portafoglio un DAX Future con scadenza settembre 2018 e ho intenzione di tenere  questa posizione in portafoglio dovrò procedere a vendere quello con scadenza settembre 2018 e acquistare uno con scadenza dicembre 2018.

Quanto vale un DAX Future? Il controvalore di un DAX Future si aggira intorno ai 250.000€. Per calcolare il controvalore di un DAX Future occorre moltiplicare il valore in termini di punti (consideriamo un valore di 10.300 punti) per 25€, come detto il valore di un punto. Esempio: se il DAX Future aumenta da 10.300 a 10.301 avremo guadagnato 25€, se aumenta a 10.400 avremo guadagnato 2500€. Il margine di negoziazione per i Dax Future, che cambia da broker a broker, varia in genere tra il 3 e il 7%.

Per concludere: il Dax Future è uno strumento da maneggiare con molta cura e se lo si affronta con le giuste tecniche di trading può dare molte soddisfazioni. Condizione da rispettare sempre, non solo nei Dax Future: uscire dall’operazione nel momento il cui si raggiunge lo step loss, cioè la maggior perdita sostenibile.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*