Amazon entra nel mondo delle blockchain

Amazon entra nel mondo delle blockchain grazie ad una nuova partnership

La divisione cloud computing di Amazon sta cercando di rendere più facile per i suoi clienti l’uso della blockchain attraverso una nuova partnership annunciata pochi giorni fa.
Il gigante del cloud computing collaborerà per il “lancio” di una nuova start-up chiamata Kaleido.
Kaleido nasce dall’incubatore di blockchain conosciuto con il nome di Consensys.
L’azienda punta ad offrire ai clienti di AWS un “accesso facilitato”  all’interno del mondo della famosa tecnologia che si trova alla base del Bitcoin.

Leggi anche: Come investire sul Bitcoin con Libertex

Steve Cerveny, uno dei fondatori della nuova start-up Kaleido,  ha dichiarato: “I clienti devono avere la possibilità di concentrarsi sulle loro necessità, non devono diventare dottori di ricerca in ambito crittografico. Vogliamo dotarli di una piattaforma semplice per costruire la loro azienda sulla tecnologia blockchain

La tecnologia blockchain, come già vi abbiamo spiegato in precedenti articoli, registra tutte le transazioni su un libro mastro che ha la caratteristica di essere pubblico e distribuito, e che per tali peculiarità non ha necessità  del supporto di una terza parte (intermediatori finanziari).
La tecnologia è ritenuta dai suoi sostenitori come la più veloce e sicura la momento disponibile.

Secondo Amazon Web Service, sezione di Amazon che si occupa degli abbonamenti per i servizi di cloud computing,  “l‘introduzione di Kaleido in AWS aiuterà i clienti a muoversi più velocemente senza doversi preoccupare della gestione della blockchain”.
“E’ la prima soluzione SaaS (Software as a service) di blockchain disponibile nel Marketplace di AWS e consentirà loro di far progredire rapidamente gli attuali progetti relativi alla blockchain.”

AWS sta utilizzando una strategia di inserimento nel settore guidata da partner esperti anziché cercare di costruire da zero.

Steve Cerveny, circa questa nuova partnership, ha dichiarato: “Stavano cercando dei partner con lo scopo di facilitare il rilascio di blockchain nelle mani dei loro clienti”
“Stanno rilasciando il sevizio sul proprio Marketplace e questo consentirà un’accelerazione dell’utilizzo della tecnologia da parte dei propri clienti.”

Il protocollo utilizzato da Kaleido sarà lo stesso usato dalla piattaforma blockchain di Ethereum. Il fondatore di tale tecnologia ha espresso un parere estremamente positivo circa questa nuova joint venture. Ha dichiarato, infatti, che questa è la più grande mossa messa in atto da parte del gigante tecnologico per portare velocemente nelle aziende soluzioni basate su blockchain.

“Questo è un modo efficace e completo per portare nelle aziende le soluzioni blockchain, ha detto proprio Joseph Lubin, fondatore di Ethereum.

La tecnologia basata su blockchain può aiutare sicuramente Amazon anche in altre branche del business che sono continua espansione.
Nell’ultimo periodo l’interesse verso le blockchain sembra essere notevolmente mutato. Consensys, che sovraintendete decine di  progetti di blockchain, ha notato soprattutto un aumento di interesse intorno alla tecnologia.
Lubin su questo aspetto ha aggiunto: “Tre anni fa ricevevamo chiamate da aziende che cercavano di ordinarne una blockchain di un determinato colore su ordine del proprio capo… Oggi ci sono decine di migliaia di aziende in tutto il mondo che hanno una vero e proprio interesse intorno a questo mondo.”
Amazon si unisce quindi alla scia di altri giganti della tecnologia, tra cui Microsoft e Facebook, che esplorano i primi use cases per sfruttare al meglio la potenza offerta dalla tecnologia blockchain.
Facebook ha proprio qualche giorno fa annunciato che è in procinto di affrontare una riorganizzazione la quale prevede la messa in campo di un team dedicato alla tecnologia blockchain con lo scopo di migliorare la gestione dei dati personali dei sui utenti .

Leggi anche: Facebook potrà riconquistare la fiducia del mondo?

Il gruppo sperimentale dedicato alla blockchain sarà guidato da David Marcus, uomo di grande esperienza nel mondo dei pagamenti. Questa nomina mette chiaramente in risalto il grande interesse di Mark Zuckerberg in questo ambito.

Ma Facebook, Amazon e Microsoft non sono le sole aziende che hanno iniziato ad affrontare iniziative basate su blockchain. Tra gli altri nomi annoveriamo  IBM, Accenture, Deloitte, JP Morgan e HSBC.