Amazon, gioie e dolori

amazon jail

I democratici americani accusano Amazon di avidità

Bernie Sanders, il senatore dello stato del Vermont che nel 2016 sfidò Hillary Clinton alle primarie democratiche americane, ha ricominciato la sua corsa verso la Casa Bianca attaccando l’1% della popolazione più ricca del paese che sempre di più affama il restante 99%. Il suo primo bersaglio politico è stato da lui stesso definito come “l’uomo più avido d’America”. Parliamo del padre fondatore di Amazon: Jeff Bezos.

“Nei primi quattro mesi dell’anno, il patrimonio di Jeff Bezos è cresciuto di 275 milioni di dollari al giorno. In 10 secondi guadagna più di quanto venga pagato un dipendente Amazon in tutto l’anno.”

Bernie Sanders contro Amazon

Nella sua diretta Facebook di qualche giorno fa ha ricordato che un dipendente Amazon su tre in Arizona e altri 2.400 lavoratori del gruppo in Pennsylvania e Ohio devono fare affidamento sui sussidi governativi (food stamps) per sfamare le proprie famiglie. Per l’esponente del partito democratico è un dato di fatto che nelle aree dove arriva Amazon il primo side effect è che calano gli stipendi medi.

Donald Trump racconta di un tasso di disoccupazione ai minimi storici ma, continua Sanders, gli stipendi sono in continuo calo e 140 milioni di americani faticano a sostenere i bisogni primari dalla casa all’alimentazione, dalla salute alla cura dei figli. L’economia a stelle e strisce non sta vivendo un nuovo boom perché si passano più ore a lavoro in cambio di salari più bassi che riducono la capacità di risparmio degli americani”

amazon

Ai bassi salari, non sufficienti per condurre una vita dignitosa, vanno aggiunte anche situazioni al limite della sopportazione come racconta un dipendente Amazon: “Mi sono procurato un ernia cercando di andare e tornare dal bagno in un meno di un minuto e trenta secondi, perché Amazon controlla i tempi”. Accuse che ormai si moltiplicano ma che il colosso dell’e-commerce respinge e rimanda al mittente.

Jeff Bezos sempre più ricco

In un nostro articolo di settembre 2017 (Gli uomini a 9 zeri… 1° puntata) raccontavamo di un Jeff Bezos saldamente al 3° posto degli uomini più ricchi del pianeta con un patrimonio di 72,8 miliardi di dollari. A marzo di quest’anno il patrono di Amazon ha scalato Warren Buffet diventando la seconda persona più ricca del mondo, subito dietro a Bill Gates, con un patrimonio netto superiore a 81 miliardi di dollari. Oggi con la cifra di 141,9 miliardi di dollari si stima che Jeff Bezos sia già diventato l’uomo più ricco del mondo. Tra le tante proprietà possedute dal patron di Amazon vale la pena ricordare:

  • una proprietà di 5,35 acri (pari a circa 21.650 m quadrati) sul lago Washington di Seattle che comprende 200 metri di litorale;
  • una villa di sette camere da letto, acquistata per 24,5 milioni di dollari a Beverly Hills vicina alla tenuta di Tom Cruise, comprensiva di una serra, un campo da tennis, una piscina e una guest house;
  • 3 appartamenti collegati per un totale di mille metri quadrati nella torre Century Tower a Central Park (New York);

Jeff Bezos

Amazon sempre più grande

Esattamente 20 anni dopo essere stata quotata in borsa, Amazon vanta una capitalizzazione di mercato pari a 457 miliardi di dollari e Barclays prevede che questa potrebbe essere la prima società nella storia economica a raggiungere i mille miliardi di dollari. E tutto questo grazie a quella che i critici e gli analista chiamano “strategia a perdere”. Il nome deriva dalla semplice considerazione che per alcuni prodotti Amazon vende in perdita pur di acquisire la fedeltà del cliente:

“l’obiettivo non è fatturare sul prodotto, ma portare l’utente all’interno del recinto Amazon e non farlo più uscire.”

I risultati arrivano infatti da prodotti e tecnologie proprie (il lettore di ebook Kindle, per esempio), da prodotti venduti a prezzi di mercato, dai servizi aggiuntivi (es: Prime), dalla conoscenza degli stili di vita dei propri utenti (vendita dei dati) e dalle commissioni sulle vendite di terze parti, che grazie al sito di Amazon riescono a rivolgersi ad una gigantesca platea che altrimenti non potrebbero mai raggiungere.

Amazon Pay

E non è finita qui perché Amazon sta studiando per diventare una Banca!

Infatti, Amazon fornirà ai propri clienti la possibilità di aprire conti bancari su cui poter fare prelievi e versamenti. Tutto questo unito all’intelligenza artificiale per offrire servizi di analisi e assistenza amministrativa in tempo reale ai clienti e strategie di marketing vincenti alle aziende che potrebbero beneficiare della conoscenza delle abitudini di spesa di tutti gli account a pagamento che ogni giorno acquistano sul portale di e-commerce (cibo di cui si nutrono, oggetti di cui si circondano …).  Senza poi tralasciare l’enorme risparmio sulle commissioni oggi pagate alle aziende finanziarie e con il solo “piccolo” veto di non poter erogare prestiti (prerogativa riservata agli istituti bancari). Siete sicuri che in futuro Jeff non troverà un modo per aggirare anche questo ostacolo?

Ma tutto ciò sembra non valere per i suoi dipendenti

Alcuni dipendenti Amazon sono così disperati e impauriti dalle severe regole imposte che per non perdere il loro lavoro non si prendono nemmeno il tempo per andare in bagno. Il giornalista inglese James Bloodworth, visitando sotto copertura uno stabilimento Amazon dislocato nello Staffordshire nel Regno Unito, ha scoperto che gli addetti allo smistamento dei prodotti avevano organizzato un sistema di “toilette in bottiglie di plastica” per non perdere tempo nel raggiungere i bagni troppo lontani per arrivarci rapidamente. Amazon è noto per monitorare la velocità con cui i suoi magazzinieri preparano gli articoli da spedire dai propri scaffali, imponendo tempistiche stringenti sia per le pause che per gli obiettivi richiesti. Coloro che non raggiungono gli standard richiesti vengono puniti con punti di avvertimento.

vignetta amazon

Intervistando gli addetti si scopre che viene richiesto di imballare circa due prodotti al minuto e non si ha il tempo fisico ne per bere e ne per andare successivamente in bagno. Gli obiettivi vengono aumentati continuamente e non si può perdere tempo per andare al bagno se non si vuole correre il rischio di essere sanzionati …  Ci domandiamo come possa l’umanità, nonostante tutti i progressi fatti negli ultimi 200 anni soprattutto in termini di qualità del lavoro e diritti dei lavoratori, permettersi di giustificare un simile comportamento? Come può un semplice bisogno, un richiamo della natura, diventare un motivo d’ansia per un lavoratore del 2018 in una nazione così avanzata? Come può arricchirsi un solo uomo (o una casta intorno ad esso) non pensando in primis al benessere di coloro che rappresentano la primaria fonte del suo successo: i suoi dipendenti?

Investire in Amazon con Markets.com

Scopri come è semplice, veloce e sicuro investire in Amazon con Markets.com, il broker consigliato da MrBanca.

  • Semplice in quanto potrai operare con una piattaforma dalla esperienza utente incredibile e adatta a tutti i profili di investitori online indipendentemente dall’esperienza nel trading online;
  • Veloce perché basteranno pochi click per poter aprire il tuo conto con Markets.com ed essere pronto per i tuoi investimenti;
  • Sicuro perchè Markets.com è un broker che segue la regolamentazione cipriota CySec (Cyprus Securities and Exchange Commission) e vanta la licenza da parte del FSB (Financial Service Board)

Markets.com si contraddistingue per:

  • Zero Commissioni di Trading e nessun canone mensile;
  • Trading aperto anche il sabato e la domenica (in parte);
  • duemila asset negoziabili tra cui le principali criptovalute;
  • Conto demo gratuito di 10 mila euro (o dollari);
  • Supporto clienti interno alla piattaforma (livechat);
  • Piattaforma personalizzabile secondo le proprie esigenze di trading;
  • App per investire anche in mobilità su smartphone;
  • Spread ridotti e trading con leva personalizzabile;
  • Strumenti di trading avanzati;
  • Leva finanziaria disponibile fino a 300:1;

Come sempre noi di MrBanca ci teniamo a ricordare ai nostri lettori che la leva finanziaria è una arma a doppio taglio: ti consente di incrementare i tuoi guadagni ma, parallelamente, rischia di far lievitare anche le perdite.

Markets.com

TRADING TOOLS +
CONTO PRATICA GRATUITO

Voto: 8.6/10
INFORMATIRICHIEDI

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*