Amici di Mr Banca, continuiamo il nostro viaggio nell’Analisi dei movimenti dei prezzi ponendo la nostra attenzione sul legame fra i Numeri di Fibonacci, di cui abbiamo parlato nella precedente sezione, ed i Grafici di Borsa nel trading online.

Fibonacci e i Grafici di Borsa

Dopo una panoramica sull’analisi tecnica condotta ad ampio raggio ed una puntuale descrizione dei numeri di Fibonacci e della sua successione numerica,
Mr Banca si addentra nell’analisi delle teorie alla base di questa affascinante e composita dottrina interpretativa del trading online, già  espresse da Charles Henry Dow e da Ralph Nelson Elliot.

Ma, come sa chiunque abbia masticato anche soltanto un po’ di analisi tecnica, i numeri di Fibonacci ricorrono sui grafici degli strumenti finanziari con una frequenza insolita, inusuale, probabilmente significativa.

Fibonacci - Analisi Tecnica

Pensateci un attimo: se l’alternarsi di una successione di eventi  è in qualche maniera legato alle emozioni umane e quindi sempre all’ordine naturale delle cose, in fondo, non è cosi sbagliato pensare che anche i movimenti del mercato e della borsa seguano andamenti naturali e quindi legati ad una successione di numeri che ha fornito un modello naturale di previsioni di molti altri fenomeni naturali.

In questa sezione Mr Banca ti illustrerà chiaramente come muoversi con più competenza e familiarità nel mondo dei grafici per eseguire l’analisi tecnica utilizzando i numeri di Fibonacci.

L’analisi tecnica e i numeri di Fibonacci

Non è cosi difficile notare che i movimenti del mercato finanziario hanno qualcosa che si ripete nel tempo; chiunque di noi abbia mai visto un grafico sui vari portali di trading online ha potuto notare dei movimenti che, dopo un impulso rialzista, tendevano ad avere un impulso ribassista con entità minore e viceversa.

Questi cicli sono molto simili a quelli delle onde in fisica, al movimento del mare ad esempio, in cui ad onde di tipo impulsivo corrispondono opposti movimenti di tipo correttivo, secondo il parere di uno dei padri della finanza Ralph Nelson Elliot.

Abbiamo già visto come agli inizi degli anni 30 Elliot rese noti alcuni dei suoi studi sui movimenti dei mercati finanziari, basati sulle teorie di Charles Dow. Vide che esistevano alcuni pattern nei grafici che si ripetevano con una certa frequenza nel tempo e che era auspicabile, in base alla osservazione del loro ripetersi, poter pianificare una previsione sul futuro andamento del titolo azionario.

Come rappresentato nella seguente figura, se ipotizziamo un trend rialzista, secondo la teoria delle onde di Elliot, avremo uno schema formato da 8 onde: 5 onde rialziste e 3 ribassiste.

Teoria delle onde di Elliot

Se prendiamo queste 8 onde in maniera alternata possiamo distinguerle come di seguito:

  • la prima, la terza e la quinta sono onde che quantificano il rialzo e sono note sotto il nome di onde impulsive (impulse waves);
  • la seconda e la quarta, che quantificano l’andamento ribassista in controtendenza alla prima e terza onda rispettivamente, sono dette onde correttive (corrective waves).

Si può notare come, una volta che è terminata la fase di rialzo in cui viene raggiunto l’apice in corrispondenza del massimo valore assunto dalla quinta onda, comincia la fase di ribasso con le ultime tre onde che sono in sequenza la sesta ribassista, la settima in controtendenza, e la ottava ribassista.

Come entra in gioco la serie di Fibonacci sul grafico di un titolo azionario?

Le onde in senso inverso sul grafico di un titolo azionario sono noti come ritracciamenti.

Grafico finanziario: teoria delle onde di Fibonacci

Lo stesso Elliot individuò, nella sua teoria delle onde, che in ogni andamento di un titolo finanziario, ad ogni movimento di impulso rialzista, corrisponde un ritracciamento che percorre in senso inverso il movimento primario con una percentuale del 38, 50 o 62%.

Queste percentuali sono i valori che si riscontrano nelle osservazioni dei grafici dei titoli finanziari e sono in pratica nell’analisi tecnica adoperati dagli operatori finanziari per eseguire la valutazione del calcolo dei prezzi.

Se vi ricordate quello che Mr Banca vi ha illustrato nella precedente sezione, salta subito agli occhi che queste percentuali, sono proprio gli stessi numeri dei rapporti che caratterizzano la serie di Fibonacci: è straordinario come  la teoria delle onde di Elliot sia stata confermata matematicamente dalla sequenza di Fibonacci.

Ma di questo, amici di Mr Banca, parleremo più approfonditamente nella prossima sezione in cui analizzeremo i ritracciamenti e i ventagli di Fibonacci.

Vai alla sezione successiva >>