Aria rialzista sulle criptovalute?

Bitcoin_rialzista

Steve Cohen, l’ultimo miliardario con la crypto-mania

L’investitore miliardario americano Steven Cohen, con un patrimonio netto nel 2018 pari a 11,4 miliardi di dollari e noto tra gli esperti del settore come “il re degli Hedge Fund” e fondatore della Point72 Asset Management, è entrato di prepotenza nell’universo delle criptovalute.

steve cohen
“Il miliardario americano Steve Cohen”

Secondo un articolo pubblicato il 12 luglio da Fortune, probabilmente la più importante e referenziata rivista americana che tratta temi di business mondiale, Cohen è entrato nel mondo delle criptovalute tramite l’investimento in un hedge fund come Autonomous Ventures di Arianna Simpson, un fondo lanciato nel 2017 e specializzato negli investimenti delle prime fasi di sviluppo dei grandi business. Il fondo è stato finanziato da un gruppo di investitori di alto livello, fra cui Brian Armstrong di Coinbase, Union Square Ventures e David Sacks, ex Paypal, di Craft Ventures.

Arianna Simpson, l’esperta dei fondi specializzati in criptovalute

Un’altra garanzia di quanto questa notizia possa diventare un importante stimolo di crescita per il comparto delle criptovalute è quella della presenza della già citata Arianna Simpson. Si tratta del fondatore e amministratore delegato di Autonomous Partners, un fondo concentrato sulle criptovalute e sulle risorse digitali. È anche un venture partner di Crystal Towers Capital, un altro fondo di venture capital, e in precedenza ha ricoperto ruoli strategici sia su Facebook che sul noto wallet di Bitcoin (BTC): BitGo.

arianna simpson
“la profezia di Arianna Simpson”

Il fondo, la cui reale dimensione non è stata ancora rivelata, concentrerà la propria attenzione e le proprie risorse sui temi legati allo sviluppo delle nuove strutture di pagamento digitale e, in parte minore, sulle criptovalute tradizionali come Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH). Quindi l’attenzione principale sarà rivolta principalmente alle criptovalute più piccole di “nuova generazione” e successivamente alle criptovalute importanti come Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH).

“È nell’aria il fatto che le persone vogliano fare un certo numero di cose con la blockchain e ci stiamo immaginando quali possano essere i loro bisogni e quali no. È chiaro in maniera nitida che queste vogliono fare del trading (investimenti) e del gaming (giocare).” ha dichiarato la stessa Arianna Simpson concludendo “L’unica incognita allo stato attuale della tecnologia Blockchain è la necessità intrinseca per essere di avere una chiara regolamentazione mondiale”.

Ripple (XRP) non sono ritenuti lo standard per la sicurezza

Diverse persone hanno notato che tra gli investimenti del fondo mancano quelli riguardanti Ripple (XRP), la criptovaluta amica delle banche.

Leggi anche: Investire in Ripple? Con Markets.com adesso è possibile

Ripple (XRP) è la terza crittografia più grande per capitalizzazione di mercato ma è in gran parte di proprietà della stessa società ideatrice della criptovaluta e localizzata a San Francisco, Ripple. Secondo la Simpson, il grande problema di Ripple (XRP) è il suo livello di centralizzazione che rappresenta l’opposto di quanto promesso dalla tecnologia blockchain in generale. Questa considerazione unita alla paura che Ripple (XRP) possa realmente rappresentare lo standard di sicurezza e al rischio che tutto venga controllato da una sola entità (la società Ripple in questo caso) ha fatto si che molti hedge fund dedicati alle criptovalute, tra cui l’importantissimo Multicoin Capital, hanno ridotto drasticamente la loro presenza in questa criptovaluta.

la caduta del Bitcoin

Proprio per ovviare a questo timore che l’amministratore delegato di Ripple, Brad Garlinghouse, ha di recente affermato che la proprietà della società Ripple non gli dà il controllo su Ripple (XRP). Sarà vero?

Cosa significa tutto ciò per le criptovalute?

L’ingresso di un maggior numero di miliardari americani nel settore, le attese “buone” notizie che stanno per arrivare dalle autorità di regolamentazione e la crescita continua degli hedge fund legati alle criptovalute stanno indicando una possibile previsione rialzista negli ultimi giorni.

trend rialzista

Julian Hosp, il co-fondatore di TenX, una piattaforma di pagamenti in criptovalute, sta scommettendo in queste ore in una nuova previsione rialzista di tutte le principali criptovalute, affermando che il prezzo del Bitcoin (BTC) può raggiungere il valore di 60.000 dollari entro la fine del 2018. L’ottimismo nasce dalla semplice concezione che lo “straordinario” picco sarà innescato da un “evento positivo di massa” che potrebbero arrivare nei prossimi giorni delle autorità di regolamentazione.

Lo stesso Julian, in una precedente previsione, aveva previsto il crollo a 5.000 dollari quando il Bitcoin (BTC) stava scambiando vicino ai 20.000 dollari!

Ultima considerazione va fatta sugli hedge fund specializzati nelle criptovalute. Nell’ultimo anno sono cresciuti in numero e dimensione. Infatti, secondo i dati di Autonomous Next, di 25o cripto hedge fund con 3,5-5 miliardi di dollari in gestione 130 sono stati costituiti di recente tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018.

Investi in Bitcoin e nelle altre criptovalute con Libertex 

Non perdete tempo e sfruttate al meglio questo periodo di crescita del comparto delle criptovalute. Uno dei broker consigliati da MrBanca permette di investire in modo semplice e sicuro in Bitcoin e le alte criptovalute: Libertex.

Leggi anche: Come investire sul Bitcoin con Libertex

Libertex

20 ANNI DI ESPERIENZA
2,2 MILIONI DI CLIENTI

Voto: 7.3/10
INFORMATIRICHIEDI

 

Gli altri broker consigliati da MrBanca per i vostri investimenti in criptovalute:

 BrokerVotoLeggiVai
Markets.comMarkets.com8.6RecensioneRichiedi
ETX CapitalETX Capital7.8RecensioneRichiedi
Trade.comTrade.com7.4RecensioneRichiedi
BDSwissBDSwiss7.3RecensioneRichiedi
LibertexLibertex7.3RecensioneRichiedi
iTrader.comiTrader.com6RecensioneRichiedi

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*