Arriva il Litecoin: ennesimo clone del Bitcoin o allievo che può superare il maestro?

Bolla speculativa o degno successore?

Litecoin

In questi mesi il mercato delle “Crypto–Currencies” è in fermento, non c’è nemmeno il tempo di studiare la sicurezza e le tecnologie alle basi di ognuna di esse (per poterne capire la loro duttilità, affidabilità e limitatezza) che subito esce una nuova Altcoin (alternative coin) che cerca in qualche modo di replicare il successo e la tecnologia alla base della primogenita, il Bitcoin.

Litecoin & BitcoinLa paura è quella di ritrovarsi in un immensa bolla, o peggio in una clamorosa truffa su schema piramidale o basata sulla schema Ponzi. Insieme all’Ethereum ed ai suoi problemi di non immutabilità (consigliamo la lettura di questo articolo), l’altra criptovaluta che si sta ritagliando un interessante ruolo, anche se, forse solo di riflesso, (facendoci ben sperare e credere che questo non sia un mero “bubble market”) è il Litecoin.

Arriva il Litecoin

Il Litecoin, anch’essa è una valuta basata sul peer-to-peer e su un protocollo open source sotto la licenza MIT/X11, che permette di eseguire, modificare, copiare e distribuire il software anche modificato ma che permette sempre e comunque l’identificazione e la verifica anche indipendente dei codici binari della valuta.

Ovviamente come tutte le altre criptovalute, anche Litecoin non è controllata da nessuna banca o autorità monetaria centrale. Il Litecoin è stato inventato per sopperire e migliorare alcuni aspetti del Bitcoin, per cui per alcuni viene considerata alla stregua di un “tester” del Bitcoin, per permettere di implementare in sicurezza su quest’ultimo le nuove funzioni sviluppate sul Litecoin.

Ennesimo clone del Bitcoin o allievo che può superare il maestro?

Alcuni brokers e fondi di investimento speculativi (Hedge funds) stanno scommettendo in maniera massiccia su questa valuta, finanziando inoltre lo sviluppo di piattaforme comuni di scambio valute, nonché progetti che ricordano le IPO (initial public offer), ovvero l’offerta al pubblico di un titolo e la sua successiva quotazione in un mercato regolamentato, dandogli il nome “banale” di Initial Coin Offer (ICO). Al momento si segnalano il Bitmex ed il Bitfinex come le principali piattaforme, ma il numero aumenta ogni giorno, per lo scambio delle digital currencies. Nei vari mercati, questa criptovaluta “Litecoin” viene identificata con il codice alfabetico LTC o XTL.

Litecoin VS Bitcoin

LitecoinRispetto al Bitcoin, il Litecoin presenta tre caratteristiche differenti che dal punto di vista dei suoi sviluppatori e programmatori la renderebbero preferibile al suo “antenato” Bitcoin.

La prima caratteristica risiede nella velocità di elaborazione, abbassando i tempi di blocco da 10 minuti dei Bitcoin a 2,5 minuti, quindi rendendo molto più veloci ed economiche le transazioni. Un’operazione quindi, per essere valida deve passare almeno 6 blocchi o 15 minuti. I costi per transazioni anche rispetto ai Bitcoin sono molto più basse e si avvicinano allo zero.

La seconda caratteristica del Litecoin è che la sua rete riesce a produrre un numero di monete quadruplo rispetto alla rete Bitcoin ed a supportare, potenzialmente, un numero di transazioni notevolmente superiore.

La terza caratteristica riguarda la sicurezza, il Litecoin usa degli script molto più complicati e costosi rispetto a quelli del Bitcoin, non permettendo ad “utenti comuni” di poter violare la sicurezza della rete.

Comprare e vendere Litecoin

Portafoglio LitecoinPer utilizzare i Litecoin si usa un portafoglio virtuale, il programma più utilizzato al momento è Litecoin-QT ed è sviluppato per i maggiori sistemi operativi (Windows, OS ed Android).

Dove andrà il Litecoin

Sul futuro di questa valuta non è facile fare una previsione, forse non riuscirà ad intaccare lo strapotere del Bitcoin, ma forse il Litecoin non sarà una meteora, visti i risultati ed i riconoscimenti raggiunti. Il primo riconoscimento ufficiale è arrivato dalla banca centrale finlandese che ha dichiarato il Litecoin una merce già dal gennaio 2014. Inoltre anche il prezzo negli ultimi anni è aumentato in maniera esponenziale con tassi di crescita a 3 cifre, raggiungendo una capitalizzazione di oltre un miliardo di dollari già dal 2014.

Su quali siti è possibile negoziare Litecoin

Ecco una lista di siti, legali in Italia e dotati di licenza ufficiale, che offrono la negoziazione di Litecoin:

 BrokerVotoLeggiVai
Markets.comMarkets.com9/10RecensioneRichiedi
Plus500Plus5008.7/10RecensioneRichiedi
ETX CapitalETX Capital8.5/10RecensioneRichiedi
24option24option8/10RecensioneRichiedi
AvtradeAvatrade7.5/10RecensioneRichiedi
eToroeToro7.3/10RecensioneRichiedi
Trade.comTrade.com7/10RecensioneRichiedi
UFXUFX6.5/10RecensioneRichiedi
iTrader.comiTrader.com6/10RecensioneRichiedi