Bitcoin (BTC) tocca i 3.255 dollari. Dove sta la fine del tunnel?

Bitcoin (BTC) a 6.000 dollari nel primo trimestre 2019?

Ormai anche noi di MrBanca viviamo con un misto di ansia e interesse le vicissitudini delle criptovalute e, in particolare, del loro capostipite: il Bitcoin (BTC).

Bitcoin (BTC), il crollo di fine anno

Il 2018 sarà ricordato come un anno difficile per tutto il settore delle valute digitali. Infatti, già dopo il crollo di inizio anno (a febbraio n.d.r.) il mercato ha faticato a rialzare la testa continuando comunque a scambiare a valori non certo paragonabili a quelli dell’anno precedente. Poi è arrivato l’autunno che ha visto un altro grande crollo del Bitcoin (BTC) e di tutti i suoi fratelli minori portando il prezzo, che per mesi si era ancorato intorno ai 6.000 dollari, ad inabissarsi addirittura sotto i 4.000 dollari. Dicembre non sta facendo altro che consolidare il trend negativo facendo decrescere il valore di un ulteriore 20% rispetto ai 4.347 dollari di inizio mese.

Un anno di Bitcoin (BTC)
Un anno di Bitcoin (BTC)

 

Il prezzo del Bitcoin (BTC) è ulteriormente diminuito e ha rotto i livelli di supporto di 3.550 e, successivamente, di 3,255 dollari nel momento in cui stiamo scrivendo l’articolo. Tutti gli indicatori classici dell’analisi tecnica disegnano una linea di tendenza al ribasso con un valore di resistenza intorno ai 3.700 dollari. È probabile che il prezzo diminuisca ulteriormente e potrebbe persino testare il livello tra i 3000 e i 2.800 dollari nel breve termine.

Sembrava splendesse il sole per il Bitcoin (BTC)

Da inizio settembre fino a metà novembre 2018 il Bitcoin (BTC) ha ridotto una delle sue caratteristiche principali per gli investitori: la volatilità. Per alcune settimane tutto il comparto delle criptovalute ha presentato dei profili di stabilità, nel range tra i 6.100 e i 6.800 dollari, superiori ai principali titoli azionari, che da ottobre sono stati sotto pressione.

Nello stesso periodo ci sono stati grandi volumi scambiati sul mercato OTC (Over The Counter) che significa che grandi investitori hanno iniziato ad accumulare grandi quantità di Bitcoin (BTC)

L’entusiasmo intorno al Bitcoin (BTC) è stato poi alimentato dalle notizie dei futuri prodotti finanziari correlati, tra cui i futures della piattaforma BAKKT di proprietà della New York Stock Exchange, e dalle buone probabilità di vedere entro la primavera del 2019 i primi bitcoin ETF. Queste premesse avevano indotto tanti esperti a scommettere per un bull run di fine anno del tutto simile a quanto accaduto nel 2017.

Contestualmente in questo periodo ci sono stati i primi tentativi in Europa di introdurre il Bitcoin (BTC) e tutte le criptovalute nelle legislazioni dei singoli stati (il Parlamento europeo, con la direttiva 2018/843, di fatto ha obbligato gli stati membri a introdurre lo status di Valute Digitali nei rispettivi ordinamenti giuridici entro il 2020) e il governo maltese ha normato i primi asset finanziari virtuali.

Diverse multinazionali che si occupano del settore dell’instant payment (trasferimenti di denaro in tempi rapidi se non istantanei) hanno deciso di adottare soluzioni blockchain come Ripple (XRP) o Stellar Lumens (XLM).

Quindi se il quadro del Bitcoin (BTC) e di tutte le criptovalute era (e resta) estremamente positivo, perché il valore è crollato?

il crollo del Bitcoin (BTC) e delle principali 10 criptovalute
Il crollo del Bitcoin (BTC) e delle principali 10 criptovalute per capitalizzazione

Nello schema in alto si vede come in 7 giorni alcuni crolli sono molto marcati delle prime dieci criptovalute per capitalizzazione di mercato. Oltre al Bitcoin (BTC) che perde il 18,93% abbiamo Ethereum (ETH) con il -24,1%, lo Stellar Lumens (XLM) con il -28,86%, il Bitcoin Cash (BCH) che ha perso il 41,43%. Tra tutti questi segni negativi occhio al Tether (USDT)  che segna un +1,12% (come di consueto accade quando il Bitcoin (BTC) è in difficoltà) e alla nuova Bitcoin SV (BSV) che cresce del 5,09%.

Leggi anche: Tether (USDT), la criptovaluta che controlla i Bitcoin

I motivi del crollo del Bitcoin (BTC)

Era il pomeriggio del 14 novembre scorso quando il Bitcoin (BTC) ha rotto il supporto dei 6.000 dollari ed è iniziata la lunga catena di sell-off arrivata fino ad oggi. Gli operatori che accumulavano da mesi grosse quantità di criptovalute sono rimasti spiazzati dall’evento e al fine di minimizzare le perdite hanno iniziato a vendere le loro quote. Probabilmente le quantità vendute si sono sommate creando forti squilibri e hanno trascinato anche gli investitori retailers che nell’ultimo periodo avevano iniziato ad accumulare Bitcoin (BTC) sperando di cogliere l’occasione di un prezzo sempre più appetitoso ma che al primo scossone si sono spaventati iniziando a vendere.

Le cadute di prezzo hanno anche fatto scattare i vari margin calls per tutti gli investitori che operano con le operazioni a margine liquidando una montagna di operazioni a lungo termine. Questo tsunami di vendite ha continuano ad auto-alimentarsi fino ad arrivare ai 5.000 dollari nel giro di una sola settimana, una importante soglia psicologica che non si pensava più fosse raggiungibile dal Bitcoin (BTC)!

La rottura dei 5000 dollari ha fatto crollare tutti gli schemi e a quel punto ogni cosa poteva succedere e, come spesso accade, la fetta biscottata è caduta per terra dalla parte imburrata raggiungendo il 24 novembre i 4.000 dollari … 2.000 dollari in 10 giorni!

Certo l’ingresso sul mercato dei prodotti finanziari legati al Bitcoin (BTC) potrebbe aver spinto qualche manovra speculativa al ribasso per favorirne l’appetibilità da parte dei grandi capitali istituzionali ma questo non è assolutamente dimostrabile con i nostri strumenti!

Crollo del Bitcoin (BTC)
Il Bitcoin (BTC) crolla? Investi subito!

Altro evento che ha scatenato il panico in tutto il mercato delle criptovalute è stato indiscutibilmente l’hash war scatenata con il fork del Bitcoin Cash (BCH) e di cui noi di Mr Banca ne abbiamo già ampiamente discusso in un nostro precedente articolo. Questo conflitto, a parte tutte le considerazioni tecnico-economiche che si potrebbero fare, ha causato in tutto l’universo delle criptovalute un senso di mancanza di stabilità perché ha evidenziato una concentrazione di potere in mano alle società di mining. Il futuro sarà giudice su questo tema perchè questo potere concentrato su di un gruppo ristretto mina alcuni dei principi che sono alla base della creazione della blockchain, del Bitcoin (BTC) e di tutte le criptovalute.

Cosa accadrà ora?

Noi ti consigliamo di osservare e di cogliere l’attimo per investire nuovamente in Bitcoin (BTC) e, in generale, nel comparto delle criptovalute anche utilizzando uno dei migliori broker online mondiali: Markets.com.

Investire in Bitcoin (BTC) su Markets.com

Scopri come è semplice, veloce e sicuro investire in Bitcoin (BTC) su Markets.com, il broker consigliato da Mr Banca.

  • Semplice in quanto potrai operare con una piattaforma dalla esperienza utente incredibile e adatta a tutti i profili di investitori online indipendentemente dall’esperienza nel trading online;
  • Veloce perché basteranno pochi click per poter aprire il tuo conto con Markets.com ed essere pronto per i tuoi investimenti;
  • Sicuro perchè Markets.com è un broker che segue la regolamentazione cipriota CySec (Cyprus Securities and Exchange Commission) e vanta la licenza da parte del FSB (Financial Service Board).

Markets.com si contraddistingue per:

  • Zero Commissioni di Trading e nessun canone mensile;
  • Trading aperto anche il sabato e la domenica (in parte);
  • duemila asset negoziabili tra cui le principali criptovalute;
  • Conto demo gratuito di 10 mila euro (o dollari);
  • Supporto clienti interno alla piattaforma (livechat);
  • Piattaforma personalizzabile secondo le proprie esigenze di trading;
  • App per investire anche in mobilità su smartphone;
  • Spread ridotti e trading con leva personalizzabile;
  • Strumenti di trading avanzati;
  • Leva finanziaria disponibile fino a 300:1.

Come di consueto noi di Mr Banca ci teniamo a ricordare ai nostri lettori che la leva finanziaria è una arma a doppio taglio: se deciderai di investire in Bitcoin (BTC), ti consentirà di incrementare i tuoi guadagni ma, parallelamente, rischierai di perdere il capitale investito. Investi con la massima attenzione!

Ecco i semplici passi da seguire per aprire il tuo conto con Markets.com e iniziare subito a investire in Bitcoin (BTC).

Passo 1 di 4: Registra il tuo conto

Crea rapidamente il tuo conto con Markets.com inserendo email e password che diventeranno le tue credenziali di accesso al pannello online.

Crea conto Markets
“Crea il tuo conto Markets.com

Passo 2 di 4: Completa la registrazione del tuo conto

Per investire in Bitcoin (BTC), a questo punto ti verrà richiesto di completare la tua registrazione Markets.com facendo alcune semplici operazioni:

  • Inserimento dei propri dati anagrafici e di residenza;
  • Inserimento di altre informazioni (es: esperienze pregresse di trading e conoscenze finanziarie) richieste in ambito regolamentazione per la tua tutela;
  • Impostazione del livello della leva finanziaria;
  • Verifica del numero di cellulare inserito tramite l’invio di un codice sul proprio smartphone da reinserire nell’apposito campo che sarà presentato sulla piattaforma;
  • Verifica della propria identità tramite:
    • caricamento di un documento di identita’ valido;
    • caricamento di una prova di residenza (una bolletta elettricità, acqua, gas, Internet, Telefono fisso o Servizio TV oppure un estratto conto bancario riportante nome e indirizzo ed emessi da non più di 6 mesi);
Completa registrazione Markets
“Completa la tua registrazione Markets.com

Passo 3 di 4: Deposita sul tuo Conto

La verifica dei documenti caricati online al passo precedente potrà richiedere al massimo 24 ore. Parallelamente potrai effettuare il deposito sul tuo conto Markets.com utilizzando una delle modalità di pagamento proposte: Carta di Credito (Visa, Mastercard o American Express), Paypal, Bonifico Bancario, Neteller o Skrill.

Il deposito minimo richiesto è di 100€ e sei pronto a investire in Bitcoin (BTC)!

Deposita Markets
“Deposita fondi sul tuo conto Markets.com

Passo 4 di 4: Inizia a comprare Bitcoin (BTC)

Scegli il prodotto Bitcoin (BTC) utilizzando la funzionalità di ricerca posta in alto a sinistra. Seleziona compra o vendi per iniziare a investire in Bitcoin (BTC) e imposta i consueti parametri (ammontare dell’investimento, il take profit e lo stop loss).

Investi Markets
“Investi con Markets.com
Markets.com

TRADING TOOLS +
CONTO PRATICA GRATUITO

Voto: 8.6/10
INFORMATIRICHIEDI
 BrokerVotoLeggiVai
Markets.comMarkets.com8.6RecensioneRichiedi
ETX CapitalETX Capital7.8RecensioneRichiedi
Trade.comTrade.com7.4RecensioneRichiedi
BDSwissBDSwiss7.3RecensioneRichiedi
LibertexLibertex7.3RecensioneRichiedi
iTrader.comiTrader.com6RecensioneRichiedi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*