CFD: Un pò di storia….

Il Contratto per differenza (Contract For Difference – CFD) è una nuova forma di strumento derivato, uno degli ultimi nati insieme alle opzioni binarie.

I CFD sono stati originariamente sviluppati nei primi anni 1990 a Londra. Si basavano sugli swap di capitale ed avevano il vantaggio di essere un prodotto a marginazione esente da bollo. La paternità di tale strumento finanziario è assegnata a Brian Keelan e Jon Wood i quali sono, infatti, accreditati come coloro che lanciarono le prime transazioni durante l’affare Trafalgar House.

Originariamente CFD non erano disponibili per gli investitori commerciali. Erano utilizzati principalmente da operatori istituzionali e hedge funds che necessitavano di uno strumento di investimento a copertura della propria esposizione finanziaria sul London Stock Exchange.

Diffusione dei CFD

CFD tradingSolo alla fine del ‘900 i CFD sono stati introdotti anche per gli investitori commerciali.

Molte società inglesi hanno contribuito alla divulgazione di questo strumento mettendo a disposizione di tutti, ai giorni nostri, delle piattaforme on-line che permettevano di monitorare i prezzi e fare trading in tempo reale.
Tra le prime aziende ricordiamo GNI (Gerrard & National Intercommodities), IG Markets e CMC Markets.

Pochi anni più tardi ci si rese inoltre conto che fare trading con i CFD non era vantaggioso solo per il fatto che era esente da imposta di bollo. Con i CFD è possibile, infatti, sfruttare la leva di qualsiasi strumento sottostante.
Questa “scoperta” fece fare il vero salto ai CFD… il modo di fare trading stava iniziando a cambiare, in breve tempo fare trading con indici CFD è divenuta l’attività più popolare del trading CFD.

I fornitori di CFD si diffusero rapidamente in Australia, Africa e in altre parti del mondo. I primi CFD sono stati rilasciati in Australia nel 2002 da CMC Markets e IG Markets.

Per i primi anni i CFD sono stati scambiati esclusivamente over-the-counter. L’Australia è stato il primo paese ad introdurre CFD negoziati in borsa. Questo è accaduto nel novembre 2007, quando l’Australian Securities Exchange ha lanciato i CFD su 50 azioni, una serie di indici globali, un paio di materie prime e 8 coppie di forex.

Nessuno poteva prevedere l’immensa popolarità che i CFD hanno suscitato verso i traders. Secondo un’indagine del 2007 di Investimenti Trends, i CFD crescevano in Australia al ritmo astronomico del 100% per ogni anno e hanno predetto la tendenza a continuare prossimo per il futuro.

La gamma dei prodotti da allora è aumentata fino ad includere un gran numero di indici azionari internazionali e azioni individuali, così come una vasta gamma di materie prime, obbligazioni e valute.

Ipse dixit:”In questa attività, se sei bravo, hai ragione sei volte su dieci. Non è mai capitato di avere ragione nove volte su dieci.” – Peter Lynch