Comprare azioni Cannabis: ecco quali sono le migliori e come investire

Comprare azioni cannabis

Il 2019 potrebbe essere un punto di svolta definitivo per l’industria della cannabis. Non tutti sanno che, pur essendo vietata a New York così come in molti altri stati americani, la marijuana è già entrata in grande stile a Wall Street. Le azioni di gruppi industriali attivi con la cannabis sono infatti negoziabili regolarmente su ogni sito di trading online.

Questo cambio radicale di scenario sul mercato statunitense avrà quest’anno degli effetti dirompenti, a dir poco: tutti gli esperti prevedono che la legislazione sia americana che degli altri principali paesi del mondo allargherà sempre di più le proprie maglie normative.

Pensate, amici di Mr Banca: si stima che da qui in avanti il business della cannabis legale genererà – almeno nei prossimi anni – un volume d’affari di circa 50 miliardi di dollari! Si prevede infatti che la cannabis medica crescerà ovunque in percentuali che vanno tra il 25 e il 35% di capitalizzazione su base annua.

Marijuana

Come investire nella Cannabis: migliori azioni Cannabis

Chi legge abitualmente Mr Banca ricorda che ci siamo già occupati di Tilray (NASDAQ: TLRY), la prima compagnia produttrice e distributrice di marijuana legale a scopo ricreativo ad avere un’offerta pubblica iniziale (IPO) sulla borsa americana. Tilray alla sua quotazione ha raccolto una somma totale pari a 153 milioni di dollari.

Valore azioni Tilray
Valori azioni Tilray dall’entrata in borsa ad oggi

Ci sono altri nomi da considerare, se si è interessati a comprare azioni cannabis: oltre a Tilray esistono già altre compagnie dello stesso settore e listate nella borsa americana, come Cronos Group e Canopy Growth Corp., entrate inizialmente passando dalla borsa canadese per poi stabilirsi in quotazione negli States.

Aurora Cannabis è un altro nome caldo almeno quanto Aphria: quest’ultima si sta facendo strada nel settore a suon di via libera alle esportazioni di cannabis legale in molti mercati del mondo.

Attenzione anche a Medreleaf, azienda certificata ISO 9001 e ICH-GMP per produrre cannabis medica. Da annotare sul taccuino anche altri produttori come Emerald Health Therapeutics e Village Farms.

Leggi anche: L’erba entra in borsa

Aphria: la cannabis disponibile su mobile trading online

Come investire nella Cannabis legale

Conoscete il “Weed Index“? Non è uno scherzo, esiste davvero: Il North American Marijuana Index registra ed aggiorna i dati sugli stock dei principali operatori americani e canadesi attivi nel settore della cannabis legale. Questo interessante Indice è composto da due sottoindici, appunto l’U.S. Marijuana Index e il Canadian Marijuana Index.

Per entrare a far parte del Weed Index una azienda deve avere una strategia di business incentrata sull’uso della cannabis a scopo medico o ricreativo, o sull’uso della canapa industriale. Esistono naturalmente altri criteri minimi per l’inclusione nell’Indice che non vi riportiamo per non appesantire il discorso e annoiarvi. Molte aziende incluse nel Weed Index hanno raddoppiato o triplicato il loro valore negli ultimi 12 mesi, ma è chiaramente solo questione di tempo. E di tempismo, il vostro.

Pensate, cari amici di Mr Banca: questi tre indici “Weed Index” hanno cominciato la loro vita il ​​2 gennaio 2015, con un valore iniziale di soli 100 punti. I ribilanciamenti sono effettuati trimestralmente a fine marzo, giugno, settembre e dicembre di ogni anno.

Bene, cosa è accaduto ai valori di questi indici? Per darvi un’idea del fenomeno, vi diciamo che con l’ondata di notizie sui possibili investimenti finanziari nella cannabis legale in USA e Canada, l’indice della marijuana nordamericana è aumentato del 54% solo nel mese di novembre!

L’industria legale della marijuana ha performato una decisa crescita nell’ultimo anno, non un boom e sono in molti a salutare questa “sobrietà” come un segnale decisamente positivo. Una delle più grandi peculiarità di questo Weed Index è che la maggior parte delle società incluse non sono ancora negoziate in nessuna borsa principale.

Azioni Cannabis, sono già sui Mercati? Ecco a che punto siamo…

La risposta è . Non tutte le piattaforme di trading online in CFD sono già attrezzate per la negoziazione di azioni di questo tipo e più in generale di quelle presenti nei mercati americani e canadesi. E allora, come si fa a comprare queste azioni? Bisogna scegliere il broker online che ha già aggiornato i suoi sistemi: Libertex permette di acquistare in CFD questi titoli e puntare sia sulla crescita del valore che sulla (ipotetica…) decrescita.

Il “Weed Index” viaggia a gonfie vele, recentemente ha ritoccato il suo massimo storico: è segno che molti investitori – anche sulla scorta delle recenti delusioni avute dalle criptovalute – stanno riversando denaro e più in generale interesse nel mercato della cannabis legale.

Come comprare azioni Cannabis: investi in CFD sui titoli collegati con Libertex

Libertex

20 ANNI DI ESPERIENZA
2,2 MILIONI DI CLIENTI

Voto: 7.3/10
INFORMATIRICHIEDI

Gli altri broker consigliati da Mr Banca per i vostri investimenti CFD su azioni Cannabis

 BrokerVotoLeggiVai
Markets.comMarkets.com8.6RecensioneRichiedi
ETX CapitalETX Capital7.8RecensioneRichiedi
Trade.comTrade.com7.4RecensioneRichiedi
BDSwissBDSwiss7.3RecensioneRichiedi
LibertexLibertex7.3RecensioneRichiedi
iTrader.comiTrader.com6RecensioneRichiedi

Tilray

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*