Cosa è il trading online

cosa è il trading online

Cosa è il trading on line è una domanda davvero difficile a cui dare una risposta esaustiva e completa con poche parole. Il tema è così vasto che potremmo riempire pagine e pagine. Ma noi di MrBanca in questo articolo vogliamo chiarire alcuni concetti fondamentali su cosa è il trading online e fornirti una breve lista di punti da tenere a mente se intendete iniziare ad addentrarvi in questo mondo.

Cosa è il trading online

Senza pretesa alcuna, vogliamo spiegare cosa è il trading online a qualcuno che non sa nulla di questo argomento, partendo da zero e fornire qualche consiglio in più per non avere diffidenza sul tema. conoscere bene gli aspetti di cosa è il trading online può diventare una opportunità di guadagno, specialmente se prendi seriamente in considerazione di attivare un account presso uno dei tanti siti broker che mettono a tua disposizione piattaforme di trading.

Iniziamo prima di tutto a chiarire cosa significa il termine trading online.

Cosa significa il termine trading online

Il trading online può essere così definito: il trading online è un modo di investire in borsa che puoi gestire con facilità da casa di fronte al tuo computer. Per far questo innanzitutto hai bisogno di attivare un account su uno dei broker che permettono di fare trading online (ma di questo parleremo nell’ultima parte dell’articolo). Ricordati che questa è una condizione necessaria ma non sufficiente. Bisogna infatti dedicare molto tempo sia allo studio, sia alla pratica. E non sarà una passeggiata trarre profitto, se non sai cosa è il trading online, dall’andamento dei mercati perché è molto probabile rimetterci soldi se non hai uno stile di trading acquisito con fermezza nel tempo.

Cosa è il trading online

Cosa è il trading online

Abbiamo già chiarito in questo articolo come funziona il trading online. Ma se dovessero chiedervi “cosa è il trading online” allora la risposta può essere a buon ragione questa:

il trading online è l’acquisto e la vendita di titoli finanziari via internet. Le operazioni di compravendita sono rese possibili da software (web, desktop o app mobili) che vengono solitamente chiamate piattaforme di trading online.

Sono i “broker online” (intermediari digitali) che mettono a disposizione dei propri utenti le piattaforme; nelle nostre recensioni puoi trovare vari dettagli riguardo queste piattaforme in una sezione dedicata proprio alle guide web e mobili di tutti i broker che abbiamo recensito.

Leggi anche le Guide di MrBanca

I “broker online” (0 intermediari digitali) applicano una commissione su ogni ordine di compravendita inviato in Borsa. I broker possono essere sia banche che offrono anche servizi bancari come conti remunerati, carte di credito, prestiti, mutui e altro, oppure sono società estere specializzate nel solo trading online in CFD.

Ma cosa è il trading in termini pratici?

In termini pratici il trading online è un modo di operare non particolarmente dispendioso. Registrarsi su uno dei broker è una procedura abbastanza veloce ed effettuare il primo deposito è abbastanza facile visto che i broker accettano vari metodi di pagamento (dalle carte di credito, agli ewallet come Skrill e Neteller, e alcuni anche Paypal).

Le piattaforme mettono a disposizione degli utenti notizie sui mercati, quotazioni in tempo reale e grafici su cui personalizzare molti parametri per eseguire l’analisi tecnica. Ricorda che l’analisi tecnica e quella fondamentale servono per effettuare le opportune scelte di investimento.

Come fare trading online

Se hai chiaro cosa è il trading online, passiamo adesso alla pratica: come fare trading online procedendo con ordine attraverso una lista di passi da seguire:

  1. scegliere con cura il broker online
  2. registrarsi
  3. verificare l’identità
  4. esercitarsi con il conto demo
  5. fare il primo deposito
  6. aprire posizioni sul conto reale
  7. pratice, pratice, pratice

Vediamo questi punti uno ad uno.

1) scegliere con cura il broker online

Per scegliere uno dei molti broker online esistenti sul mercato, tieni sempre presente la selezione che Mr Banca raccoglie nella tabella dei migliori broker, ordinati per ranking.

 BrokerVotoLeggiVai
Markets.comMarkets.com8.6RecensioneRichiedi
ETX CapitalETX Capital7.8RecensioneRichiedi
Trade.comTrade.com7.4RecensioneRichiedi
BDSwissBDSwiss7.3RecensioneRichiedi
LibertexLibertex7.3RecensioneRichiedi
iTrader.comiTrader.com6RecensioneRichiedi

Tutte le operazioni di trading comportano rischi. Rischia solo il capitale che sei disposto a perdere. La performance passata non è indicativa di future entrate.

2) registrarsi

Una volta che hai scelto il tuo broker online puoi procedere alla registrazione. Ti sarà richiesto di introdurre i tuoi dati anagrafici, con email e solitamente un numero di telefono. alcuni broker richiedono anche di completare un form di informazioni sul tuo grado di conoscenza di argomenti finanziari (vedi la nostra guida web sulla piattaforma di markets).

3) verificare l’identità

riceverete una email in cui vi è richiesto di verificare il vostro conto. Alcuni broker hanno delle procedure un po’ più lunghe (invio di documenti firmati via email) altri richiedono di verificare la vostra identità. Quasi tutti richiedono di caricare sul sito una proof of residence, ovvero un documento (estratto conto, bolletta utenze, etc.) in cui sia esplicito e ben evidenziato il vostro indirizzo con cui vi siete registrati al punto 2.

4) esercitarsi con il conto demo

Molti dei broker forniscono al possibilità di operare su un conto DEMO, uno spazio virtuale in cui avrete a disposizione una somma di denaro virtuale con cui poter aprire subito operazioni e cominciare ad esercitarvi. Ti consigliamo vivamente di utilizzare un conto demo prima di cominciare con il deposito e ad aprire posizioni di trading con il denaro reale.

cosa-è-il-trading-online-demo

5) fare il primo deposito

Per fare il primo deposito solitamente vi è una soglia minima che parte da 100 euro e sale fino a 250 per alcuni siti broker. La maggior parte dei broker accetta i seguenti metodi di pagamento: carte di credito, bonifici bancari, Skrill e Neteller, alcuni anche Paypal.

6) aprire posizioni sul conto reale

Ti sei registrato, hai verificato il conto e ti sei esercitato con il tuo conto demo. Hai fatto il tuo primo deposito e sei pronto per aprire la tua posizione. Scegli un sottostante (titolo azione o forex), la direzione del mercato ed entra in BUY o SELL.  Quando gli utenti scelgono di entrare in BUY o SELL su un sottostante, i broker online acquistano e vendono i titoli per conto dei loro utenti. Questa operazione prevede un prezzo che è diverso dal prezzo di mercato. La differenza fra prezzo di mercato reale e prezzo a cui il broker apre la posizione (nota come spread) è proprio la commissione che gli utenti pagano ai broker. Le commissioni sono generalmente basse se si aprono posizioni con quantità di lotti e microlotti che non impegnano più del 1-2% del capitale disponibile.

7) pratice, pratice, pratice

In effetti il settimo punto è quello più difficile da farsi, perché richiede tenacia, impegno ed attenzione continua. Attenzione alle news di mercato, ai siti di finanza che continuamente forniscono spunti che possono cambiare gli andamenti dei mercati. Inoltre non scordiamoci che bisogna ricorrere a tutti  gli strumenti che l’analisi tecnica mette a tua disposizione (indicatori di Aroon , medie mobili, bande di Bollinger etc.) cosi come all’analisi fondamentale.

Leggi anche questo articolo in cui MrBanca ha illustrato quali sono le abilità fondamentali per fare trading online.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*