Crowfunding, le due facce della medaglia: imprenditore o investitore?

Crowfunding: molti di voi, per diversi motivi, ne avranno sicuramente sentito palare. Proveremo con questo articolo a spiegare a chi non sa bene cosa sia, il significato generale e le varie tipologie di crowfunding esistenti.

CrowfundingIn generale il crowdfunding è un metodo di raccolta di fondi che si basa sulla richiesta di piccole quantità di denaro ad un gran numero di persone. Tradizionalmente il finanziamento di un’impresa o di un progetto coinvolgeva esclusivamente un numero limitato di soggetti che versavano grandi somme di denaro.

Il crowdfunding reinterpreta questa idea traslando la richiesta nel mondo Internet così da riuscire a raggiungere migliaia, se non milioni di potenziali finanziatori sfruttando la facile accessibilità di grandi reti di persone attraverso i social media e i siti di crowdfunding, allo scopo di mettere insieme gli investitori e gli imprenditori.

Crowfunding, le due facce della medaglia: imprenditore o investitore?

Il crowdfunding ha il potenziale di aumentare l’imprenditoria espandendo il pool di investitori e ricavando fondi fuori dal cerchio tradizionale di proprietari, parenti e venture capitalists.

Il crowfunding offre quindi l’opportunità per gli imprenditori di raccogliere ingenti somme di denaro da chiunque ne abbia da investire. I siti web dedicati attirano migliaia di persone che sperano di investire in un progetto vincente. Gli investitori possono scegliere tra centinaia di progetti e investire cifre a partire da $10. I siti di crowdfunding generano ricavi prelevando una percentuale dei fondi raccolti.

Leggi anche: L’investimento senza rischi

Di seguito è riportata una breve descrizione di ciascuno dei diversi tipi di crowdfunding.

Rewards Crowfunding (Crowfunding basato sulla Ricompensa)

Non tutti gli investitori lo fanno per trarre un profitto, molti investono semplicemente perché credono nella causa o nel progetto per il quale viene richiesto un finanziamento. Per questo particolare tipo di crowfunding possono essere offerti premi come riconoscimento, una sorta di ricompensa per l’investimento effettuato. Questa ricompensa è spesso, ma non sempre, l’elemento prodotto: ad esempio un orologio, un album o un film etc…
Kickstarter e Indiegogo sono le due più popolari piattaforme di crowdfunding basate sui premi, ne esistono comunque molte altre.

Donation Crowfunding (Crowfunding basato sulla donazione)

Nel crowdfunding basato sulla donazione, i donatori generalmente donano piccole di denaro.

Come suggerisce il nome, in questo tipo di crowfunding non c’è una ricompensa materiale oltre la gratitudine del creatore o del beneficiario del progetto. Il crowdfunding basato sulla donazione è usualmente utilizzato per raccogliere fondi per una causa no-profit, es. perforare un pozzo o costruire una scuola in Africa.
GoFundMe e Crowdrise sono due esempi di piattaforme di crowdfunding basate sulla donazione.

Debt Crowfunding (Crowfunding basato sul debito)

Per questa tipologia di crowfunding non si parla più di “donatori” o “sostenitori” ma si ritorna al concetto di “investitore”.
A differenza di altre forme di crowdfunding non si ottengono ricompense, ma si fanno prestiti con l’aspettativa di vedersi restituire il capitale più gli interessi.

Gli investitori, al contrario di quanto accadeva nelle precedente tipologia di crowfunding, riceveranno indietro il loro denaro comprensivo di interessi. Chiamato anche prestito Peer-to-Peer (p2p), questo strumento consente di prestare denaro escludendo le banche tradizionali. Lo scopo degli investitori è quindi principalmente quello di trarre un profitto avendo anche il vantaggio di contribuire al successo di un’idea in cui credono. Nel caso della microfinanza, dove piccole somme di denaro sono impegnate nei confronti dei poveri come sempre più spesso accade nei paesi in via di sviluppo, nessun interesse viene pagato sul prestito e il prestatore viene premiato facendo il bene sociale.

Equity Crowfunding (Crowfunding basato sull’equità)

La gente investe in un’opportunità in cambio di equità. Il denaro viene scambiato per azioni, o una piccola partecipazione nel business, nel progetto o nell’avventura.
Di conseguenza questo tipo di crowfunding è utilizzato tipicamente per raccogliere fondi per finanziare il lancio o la crescita di un’azienda, non solo per avviare un progetto creativo.

Come per gli altri tipi di azioni, se il progetto ha successo il loro valore aumenta, in caso contrario il valore scende.
Il crowdfunding basato sull’equity sta crescendo in popolarità perché consente alle start-up di raccogliere denaro senza rinunciare al controllo e offrendo agli investitori l’opportunità di guadagnare una posizione azionaria nell’impresa. Gli investimenti in azioni sono regolati dalla Securities and Exchange Commission (SEC).

AngelList e Crowdfunder sono due delle più popolari piattaforme di equity-crowdfunding negli Stati Uniti, ma ce sono molte altre. Crowdcube e Seedrs sono le più popolari in UK e in Europa.

Quindi per ricapitolare…

  • Rewards Crowfunding (crowfunding basato sulla ricompensa) – I sostenitori danno una piccola quantità di denaro in cambio di una ricompensa.
  • Donation Crowfunding (Crowfung basato sulla donazione) – I donatori donano una piccola quantità di denaro in cambio della gratitudine e della sensazione di sostenere una causa in cui credono.
  • Debt Crowfunding (Croufunding basato sul debito) – I prestatori fanno un prestito con l’aspettativa di rendere indietro il loro principale più interesse.
  • Equity Crowfunding (Crowfunding basato sull’equità) – Gli investitori investono grandi quantità di denaro in una società in cambio di un piccolo parte di capitale in azienda.

Leggi anche: 6 film su trading, finanza e investimenti da vedere