Ecco perché quello toccato oggi potrebbe essere il fondo per il Bitcoin (BTC)

Bitcoin (BTC) a 6.000 dollari nel primo trimestre 2019?

Probabilmente il team di MrBanca puó essere considerato uno di quelli che, in Italia, maggiormente e fin da subito si è appassionato al Bitcoin (BTC) e a tutto il comparto delle criptovalute.

Il motivo? Ci colpì profondamente il messaggi di Satoshi Nakamoto, l’ideatore del Bitcoin (BTC), nel suo manifesto “Bitcoin: a peer-to-peer electronic cash system” del 31 Ottobre 2008. Un messaggio decisamente di matrice politica che risultava una risposta alla grave crisi finanziaria innescata dal mondo dei servizi di credito centralizzati e che nelle sue premesse diceva:

“[…] Il commercio in internet si è affidato esclusivamente a istituzione finanziarie utilizzandole come terze parti fidate in tutti i meccanismi di pagamento elettronico. Anche se il sistema può funzionare abbastanza bene per la maggior parte delle transazione, questo soffre di una debolezza interna in termini di fiducia. […]

[…] I costi delle mediazione sono alti, limitando le dimensione delle transazioni e limitando le nostre possibilità di scambiare denaro senza condizioni non concordate con la stessa controparte […]”

Bitcoin (BTC): Satoshi Nakamoto
La copertina del Time che avrebbe meritato l’ideatore del Bitcoin (BTC)

Internet anziché evolvere verso sistemi economici più evoluti e più economici è stato costretto a sottostare alle regole (… e alle alte commissioni …) del vecchio mondo delle banche e dei salotti dell’alta finanza. La tecnologia blockchain e il suo figlio privilegiato il Bitcoin (BTC) sono nati per contrastare questo mondo e si sono posti come la vera strada alternativa e, a mio avviso, l’unica perseguibile in futuro!

Le principali cause del crollo del Bitcoin (BTC)

All’inizio dell’anno, se avessi suggerito a qualche cripto-investitore entusiasta che il Bitcoin (BTC) sarebbe sceso ai 3.636 dollari raggiunti alle 11:20 di domenica 25 novembre 2018 probabilmente mi avrebbe dichiarato pazzo!

la realtà resta proprio questa, il 7 novembre 2018 il Bitcoin (BTC) valeva 6.582 dollari e in soli 19 giorni ha perso quasi il 45% del suo valore. La capitalizzazione complessiva di tutte le principali criptovalute (oggi 2.504 divise digitali) è passata da 219,5 miliardi di dollari a 126,8 miliardi di dollari … bruciando una montagna di soldi!

Questo crollo era stato predetto da tutti gli analisti oltreoceano già qualche giorno fa durante il giorno del Ringraziamento americano (il 22 novembre) e tutto ancora si legava agli strascichi derivanti dalle guerre dei codici (Hash Wars come simpaticamente ribattezzate sul web) di cui ampiamente abbiamo scritto nel nostro precedente articolo: Hard Fork e cali del Bitcoin Cash (BCH) e Bitcoin (BTC).

Bitcoin (BTC): Hash Wars
Bitcoin (BTC): Hash Wars

Proprio la suddivisione in due fazioni per il Bitcoin Cash (BCH) è stata il propulsore per la caduta del Bitcoin (BTC) ai livelli attuali che, a detta dei principali esperti del settore, rappresenta il punto di minimo, il fondo da cui risalire, la quota inferiore ai 4.000 dollari. Ad accelerare il tutto la frenata delle spese degli investitori americani propri per il weekend del Ringraziamento che spesso poi ripartono iniziando proprio dal Black Friday (23 Novembre) e dal Cyber Monday (26 Novembre) per accelerare nel periodo delle festività natalizie e per il fine anno. Le prossime due/tre settimane saranno cruciali per capire il destino del Bitcoin (BTC). Avete i nervi saldi? siete pronti ad investire in Bitcoin (BTC) con Markets.com?

Markets.com

TRADING TOOLS +
CONTO PRATICA GRATUITO

Voto: 8.6/10
INFORMATIRICHIEDI

I Bitcoin Futures CME scadranno il prossimo venerdì 30 novembre. Normalmente quando scadono questi contratti, il valore di Bitcoin (BTC) dovrebbe calare di alcuni punti percentuali ma la caduta di questi 19 giorni è stata troppo alta per cui risulta difficile prevedere cosa faranno gli investitori istituzionali. Si ritufferanno subito ad acquistare Bitcoin (BTC) per recuperare le eventuali perdite? Probabile.

Gli altri fattori che hanno contribuito al crollo del valore del Bitcoin (BTC)

Altri fattori che hanno contribuito alla caduta del valore di Bitcoin (BTC) sono le prese di posizione delle varie istituzioni “finanziarie” che al solo scopo di mantenere il loro avido controllo dei flussi di denaro hanno accusato (ingiustamente) la blockchain, il Bitcoin (BTC) e tutte le criptovalute di appartenere al “Deep Web”, ovvero, a quella parte di mondo digitale spesso molto vicino al traffico di stupefacenti, armi e quant’altro di illegale si possa trovare.

I principali media, i cui proprietari spesso sono legati alle stesse istituzioni “finanziarie” precedentemente citate, ci aggiungono il carico dando una immagine del Bitcoin (BTC) e di tutte le criptovalute come quella di una “bolla” speculativa pronta ad esplodere da un momento all’altro, di una valuta virtuale usata dai narcotrafficanti, delle storie delle ICO che spesso si rivelano vere e proprie truffe per togliere soldi ai risparmiatori per dei progetti irrealizzabili …. eppure nessuna di loro ha mai raccontato a fondo cosa fanno le banche dei medesimi risparmi!

“Il segreto per lottare con successo: metti in svantaggio il tuo nemico e non combattere mai con lui ad armi pari per nessun motivo. (George Bernard Shaw)”

La volatilità relativamente bassa del Bitcoin (BTC) negli ultimi mesi aveva fatto ben sperare per l’adozione di massa da parte degli investitori ma oggi ancora non è possibile.

Le aziende che si occupano di mining vivono un periodo di difficoltà in quanto oggi produrre Bitcoin (BTC) richiede macchine abbastanza costose e tanta energia elettrica per cui l’operazione è diventata in realtà insostenibile.

Bitcoin-(BTC)-utilizzo
Bitcoin (BTC): utilizzare le criptovalute per diffonderle

Il proprietario della società che detiene la Borsa di New York era in procinto di lanciare una nuova piattaforma regolamentata (Bakkt) che avrebbe consentito ai clienti istituzionali di investire senza problemi in Bitcoin (BTC) e agli utenti di spenderli più facilmente. Un secondo layer per consentire pagamenti immediati in Bitcoin (BTC) aumentandone l’utilizzo e la diffusione. Bakkt, che tutti si aspettavano a dicembre 2018, ha ritardato il suo avvento posticipandolo nel 2019.

Le violazioni agli exchange sono stati eventi di contorno a tutto ciò ma anche loro non hanno fatto altro che aumentare il peso specifico che ha dovuto sopportare il Bitcoin (BTC) e l’intero comparto delle criptovalute.

Non resta che osservare cosa accadrà nell’ultimo mese del 2018 e poi nel 2019 ricordando che il Bitcoin (BTC) è “morto” tante volte e in ognuna di queste è sempre risorto più forte di prima.

Investire in Bitcoin (BTC) su Markets.com

Scopri come è semplice, veloce e sicuro investire in Bitcoin (BTC) su Markets.com, il broker consigliato da Mr Banca.

  • Semplice in quanto potrai operare con una piattaforma dalla esperienza utente incredibile e adatta a tutti i profili di investitori online indipendentemente dall’esperienza nel trading online;
  • Veloce perché basteranno pochi click per poter aprire il tuo conto con Markets.com ed essere pronto per i tuoi investimenti;
  • Sicuro perchè Markets.com è un broker che segue la regolamentazione cipriota CySec (Cyprus Securities and Exchange Commission) e vanta la licenza da parte del FSB (Financial Service Board).

Markets.com si contraddistingue per:

  • Zero Commissioni di Trading e nessun canone mensile;
  • Trading aperto anche il sabato e la domenica (in parte);
  • duemila asset negoziabili tra cui le principali criptovalute;
  • Conto demo gratuito di 10 mila euro (o dollari);
  • Supporto clienti interno alla piattaforma (livechat);
  • Piattaforma personalizzabile secondo le proprie esigenze di trading;
  • App per investire anche in mobilità su smartphone;
  • Spread ridotti e trading con leva personalizzabile;
  • Strumenti di trading avanzati;
  • Leva finanziaria disponibile fino a 300:1.

Come di consueto noi di Mr Banca ci teniamo a ricordare ai nostri lettori che la leva finanziaria è una arma a doppio taglio: se deciderai di investire in Bitcoin (BTC), ti consentirà di incrementare i tuoi guadagni ma, parallelamente, rischierai di perdere il capitale investito. Investi con la massima attenzione!

Ecco i semplici passi da seguire per aprire il tuo conto con Markets.com e iniziare subito a investire in Bitcoin (BTC).

Passo 1 di 4: Registra il tuo conto

Crea rapidamente il tuo conto con Markets.com inserendo email e password che diventeranno le tue credenziali di accesso al pannello online.

Crea conto Markets
“Crea il tuo conto Markets.com

Passo 2 di 4: Completa la registrazione del tuo conto

Per investire in Bitcoin (BTC), a questo punto ti verrà richiesto di completare la tua registrazione Markets.com facendo alcune semplici operazioni:

  • Inserimento dei propri dati anagrafici e di residenza;
  • Inserimento di altre informazioni (es: esperienze pregresse di trading e conoscenze finanziarie) richieste in ambito regolamentazione per la tua tutela;
  • Impostazione del livello della leva finanziaria;
  • Verifica del numero di cellulare inserito tramite l’invio di un codice sul proprio smartphone da reinserire nell’apposito campo che sarà presentato sulla piattaforma;
  • Verifica della propria identità tramite:
    • caricamento di un documento di identita’ valido;
    • caricamento di una prova di residenza (una bolletta elettricità, acqua, gas, Internet, Telefono fisso o Servizio TV oppure un estratto conto bancario riportante nome e indirizzo ed emessi da non più di 6 mesi);
Completa registrazione Markets
“Completa la tua registrazione Markets.com

Passo 3 di 4: Deposita sul tuo Conto

La verifica dei documenti caricati online al passo precedente potrà richiedere al massimo 24 ore. Parallelamente potrai effettuare il deposito sul tuo conto Markets.com utilizzando una delle modalità di pagamento proposte: Carta di Credito (Visa, Mastercard o American Express), Paypal, Bonifico Bancario, Neteller o Skrill.

Il deposito minimo richiesto è di 100€ e sei pronto a investire in Bitcoin (BTC)!

Deposita Markets
“Deposita fondi sul tuo conto Markets.com

Passo 4 di 4: Inizia a comprare Bitcoin (BTC)

Scegli il prodotto Bitcoin (BTC) utilizzando la funzionalità di ricerca posta in alto a sinistra. Seleziona compra o vendi per iniziare a investire in Bitcoin (BTC) e imposta i consueti parametri (ammontare dell’investimento, il take profit e lo stop loss).

Investi Markets
“Investi con Markets.com
Markets.com

TRADING TOOLS +
CONTO PRATICA GRATUITO

Voto: 8.6/10
INFORMATIRICHIEDI
 BrokerVotoLeggiVai
Markets.comMarkets.com8.6RecensioneRichiedi
ETX CapitalETX Capital7.8RecensioneRichiedi
Trade.comTrade.com7.4RecensioneRichiedi
BDSwissBDSwiss7.3RecensioneRichiedi
LibertexLibertex7.3RecensioneRichiedi
iTrader.comiTrader.com6RecensioneRichiedi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*