Esistono ancora i buoni postali, lo sapevate? Riscopriamoli…

Esistono ancora i buoni postali, lo sapevate? Riscopriamoli...

Nella storia del risparmio del nostro paese la Posta, o per essere più precisi Poste Italiane, ha sempre rappresentato un porto sicuro per tutti quelle famiglie italiane che volevano mettere da parte per il futuro proprio e dei propri congiunti una determinata somma di denaro. Tra i prodotti più utilizzati i buoni postali hanno rappresentato, e rappresentano ancora, uno di quelli più utilizzati da regalare a qualche caro per qualche occasione importante (chi di voi non ha avuto in regalo da un parente più o  meno prossimo uno dei buoni postali più famosi in Italia, il buono fruttifero postale?). Andiamo a scoprire adesso in che modo Poste Italiane mette a disposizione dei prodotti risparmiatori una nuova gamma, decisamente più evoluta, dei buoni postali.

I punti di forza dei buoni postali

Prima di entrare nello specifico e nella descrizione dei buoni postali, andando anche ad effettuare qualche simulazione per rendere più “concreta” la nostra recensione, andiamo a vedere quali sono secondo noi i punti di forza che caratterizzano i buoni postali stessi.

  • Come prima cosa bisogna ricordare che i buoni postali hanno in un certo senso la garanzia dello Stato, essendo emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti. Senza dubbio una garanzia assoluta per tutti i risparmiatori quella della garanzia dello Stato, visto che il proprio investimento, seppur con rendimenti meno “appetibili” rispetto a quelli offerti da altre istituti di credito, ha una solidità che pochi prodotti riescono a dare.
  • Altro punto di forza importante dei buoni postali è il fatto che non sono previste commissioni o spese per la gestione, la sottoscrizione ed il rimborso di questi prodotti. Un bel vantaggio,non c’è che dire, visto che la maggior parte dei prodotti finanziari sul mercato prevede quantomeno dei costi di gestione.
  • Ultimo vantaggio, ma non per ordine di importanza rispetto agli altri due, è quello della fiscalità agevolata riconosciuta sui buoni postali, con una tassazione del 12,50% sui soggetti interessati. Oltre a questo i buoni postali sono completamente esenti da qualsiasi imposta di successione.

Come acquistare i buoni postali?

buoni postali e poste italianeOra che abbiamo descritto i maggiori punti di forza dei  buoni postali andiamo a vedere in che modo si possono sottoscrivere e quali condizioni generali garantiscono. Per sottoscrivere i buoni postali ci si può recare personalmente nell’ufficio postale più vicino oppure c’è la possibilità di sottoscriverlo online sul sito di Poste Italiane e sull’App e si può richiedere in qualsiasi momento il rimborso del capitale investito. Naturalmente per sottoscrivere in qualsiasi forma i buoni postali c’è bisogno di un proprio documento di riconoscimento e del proprio codice fiscale.

Buoni postali: le diverse opzioni

Andiamo adesso a descrivere le principali opzioni di buoni postali offerte, andando ad elencare anche le caratteristiche peculiari delle stesse.

Buoni postali ordinari

buoni postali di parecchi anni fa

La prima opzione offerta è il buono postale Ordinario che da la possibilità di investire una somma di denaro fino a 20 anni senza dover necessariamente rinunciare alla flessibilità di potersi far rimborsare la somma in qualsiasi momento. Con questa tipologia di buoni postali si può contare su rendimenti fissi crescenti con il passare dei mesi e con interessi riconosciuti dopo appena un anno dalla sottoscrizione e ricalcolati ogni bimestre, che vengono riscossi cumulativamente al rimborso del buono stesso. A scadenza il rendimento annuale lordo garantito è del 2,85%.

Buoni postali 3 X 4, 3 X 2 e buoni postali per i minori

Seconda opzione di buoni postali è quella denominata Buono 3×4 se si vuole investire fino ad un massimo di 12 anni contando su rendimenti fissi crescenti. Con questa tipologia di buoni postali si ha la flessibilità di rimborsare il proprio investimento a 3,6 e 9 anni con il riconoscimento degli interessi maturati con un tasso lordo annuale applicato del 2,25%. Simile la tipologia di buoni postali denominata 3×2 che prevede più o meno le stesse caratteristiche del 3×4 ma dimezzate nei tempi, visto che si può investire per un massimo di 6 anni e con la possibilità di rimborsare a 3 anni e con un rendimento annuo lordo del 1,50%. Particolare è il buono dedicato ai minori che può sottoscrivere un genitore, un nonno o qualsiasi altro parente per il futuro del proprio caro. Gli interessi maturano anno per anno fino alla maggiore età del beneficiario con un rendimenti annuale lordo del 3%.

Proviamo a fare un esempio concreto di quello di cui abbiamo parlato facendo una simulazione. Proviamo a immaginare di depositare 10.000€ su un buono postale dedicato ai minori, per un bambino che compie 18 anni dopo 10 anni dalla sottoscrizione. Il capitale rimborsato sarà di 12.058,61€ al netto delle ritenute fiscali.

Poste Italiane riesce a rimanere al passo con i tempi e a fornire a noi risparmiatori varie possibilità di risparmio andando incontro alle esigenze di tutti. Speriamo che questa nostra recensione vi sia utile per capire se questo tipo di soluzione finanziaria possa essere adatta alle esigenze finanziarie vostre e della vostra famiglia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*