In questa sezione troverai la risposta ai principali quesiti sulla procedura di registrazione prevista dai principali siti che trovi consigliati qui su Mr Banca. Per ulteriori domande ed approfondimenti non esitare a contattarci usando il semplice form presente in questa pagina. Il team di Mr Banca ti risponderà al più presto.

Procedure di registrazione e modalità di versamento sui siti

Quali sono i dati richiesti per la registrazione?

Innanzitutto un valido indirizzo di posta elettronica, che in pratica sarà anche la tua login di accesso al servizio offerto dal sito da te scelto. Poi i soliti dati anagrafici (nome, cognome, data di nascita, indirizzo, numero di telefono cellulare). Verranno poi anche richiesti due documenti da inviare in formato immagine: copia di un documento di identità e prova di residenza.

L’indirizzo di posta elettronica deve essere reale?

Newsletter, certo, ti verrà inviata una email di verifica alla quale dovrai rispondere, in genere cliccando su un apposito link.

Il numero di telefono deve essere attivo?

, anche se puoi tranquillamente utilizzare un numero “secondario” se vuoi evitare di dare il tuo numero principale, ad esempio per motivi di privacy. In alcuni casi potrebbero verificarlo con una chiamata o un sms.

Quale documento di identità devo inviare? Come?

In genere è sufficiente la carta d’identità (ovviamente non scaduta) oppure il passaporto. Potrai ad esempio scannerizzare il documento ed inviarlo in formato immagine (.gif, ma spesso anche il .pdf viene accettato). Va bene anche una foto fatta con il cellulare, in questo caso fai attenzione a che in foto si veda il documento completo con inclusi bordi e quattro angoli. Ricorda di inviare sia il “fronte” che il “retro” del tuo documento.

Cos’è la prova di residenza?

La prova di residenza è un documento recente (in genere non più vecchio di 3 mesi) che dimostri che il tuo indirizzo effettivo sia esattamente quello dichiarato in fase di registrazione. Anche se viene chiamato “di residenza” va benissimo anche il domicilio, quello dove ad esempio ricevi la bolletta della luce o del gas, anche se non dovesse coincidere con la residenza.

Al sito che ti richiede una prova di residenza puoi mandare la copia della prima pagina di una bolletta, oppure di un conto corrente bancario, l’importante è che compaia il tuo indirizzo. Se vuoi salvaguardare la tua privacy puoi tranquillamente modificare l’immagine scannerizzata togliendo alcuni particolari: ad esempio se invierai un estratto conto, ti consigliamo di non far vedere il saldo, oppure i movimenti; da una bolletta potrebbe essere opportuno invece togliere i consumi oppure gli estremi per la domiciliazione. In genere i siti non sono interessati a queste informazioni, l’importante è che sia ben visibile l’indirizzo.

Perché vengono richiesti il documento d’identità e la prova di residenza?

Ricordati che stai aprendo un conto dove potrai depositare dei soldi, fare operazioni finanziarie e prelevare. Normale quindi che gli operatori, che peraltro devono rispettare delle normative precise in merito, debbano avere una buona dose di confidenza in merito alle informazioni da te fornite.

Dopo la registrazione posso subito operare?

Se ti stai iscrivendo a un sito di trading online, dopo la prima fase di registrazione (quella in cui fornirai email e dati anagrafici), in genere potrai avere accesso al conto demo che ti consente di provare il trading con un saldo “fittizio” (senza soldi veri). Ovviamente quello che ti interessa maggiormente è poter operare con un conto reale. Ti consigliamo quindi i seguenti passi:

  • effettua la registrazione con i dati anagrafici ed email;
  • prima di fare il versamento, invia il documento d’identità e la prova di residenza, che dovranno essere verificati;
  • aspetta di ricevere la verifica dall’operatore;
  • fai il versamento.

A questo punto puoi iniziare ad operare con un conto reale. Anche se la procedura sembra complessa, in genere è rapida, se hai tutti i documenti a portata di mano.

Come fare il versamento?

Puoi utilizzare le principali carte di credito o e-wallet (Skrill, Neteller e, più raramente, PayPal). In genere è ammesso anche il bonifico bancario, ma è una procedura in genere più lunga.

Sono indeciso se utilizzare la mia carta di credito, cosa mi conviene fare?

Quasi tutti ormai conoscono PayPal, un po’ meno sono quelli che hanno avuto a che fare con Skrill o Neteller, che invece sono più usati per il trading. L’utilizzo degli e-wallet, o borsellini elettronici, presenta due indiscutibili vantaggi:

  • consentono di “mascherare” la carta di credito sottostante;
  • se ben utilizzati, sono una forma di prepagato: il rischio è circoscritto a quanto depositato sul borsellino stesso.

Se hai qualche remora nel fornire i dati della tua carta di credito, apri uno di questi borsellini elettronici, se ancora non lo hai fatto. Sono semplici da usare e molto comodi.

Tutte le FAQ di Mr Banca

Hai un dubbio, una domanda? Ti serve un consiglio? Contattaci ora!

I campi (*) sono obbligatori.

Il tuo nome (*)

La tua email (*)

Oggetto

Il tuo messaggio