I protagonisti del 2017: tra criptovalute, Draghi e Social Trading

Il 2017 volge ormai al termine e, come tutti gli anni, ovunque, su quotidiani, televisioni, riviste di settore primeggiano le classifiche relative agli eventi più rilevanti dell’anno appena trascorso: che si tratti di politica, sport, costume ed altro ancora, non importa.

Bitcoin: il nuovo oro?Anche noi di Mr. Banca non vogliamo essere da meno, ed abbiamo così cercato, guardando all’indietro tra i vari articoli che ci hanno accompagnato in questo frizzante 2017, le vicende più rilevanti, o almeno quelle che ci hanno appassionato di più.

Ecco quindi una personalissima e bizzarra classifica, diciamo un podio “olimpico” con i protagonisti del 2017, quelli che sono riusciti veramente a lasciare un segno importante negli ultimi mesi.

La medaglia d’oro: ovviamente il Bitcoin

Nessuno si meraviglierà che la scelta ricada proprio sul Bitcoin per la “medaglia d’oro”. In effetti la più popolare tra le criptovalute l’ha fatta da protagonista nel 2017, soprattutto nell’ultima parte.

Leggi anche: Bitcoin, l’oro digitale

Molto si è scritto e si scriverà sul tema, superfluo è ricordare gli innumerevoli record stracciati negli ultimi mesi, ed anche le correzioni, quasi dei veri e propri “tonfi”, che hanno fatto forse ancora più clamore delle impennate.

Leggi anche: Il venerdì nero delle criptovalute

Quello che vale la pena sottolineare, in un’ottica più ampia, è il significato di quello che sta accadendo: una valuta virtuale che sembra essere sempre più in grado di “sedersi al tavolo” con i grandi, al punto che alcuni stanno mettendo in discussione la tenuta dell’intero sistema valutario consolidato. Senza arrivare a questi eccessi, è indubbio che il Bitcoin, e le criptovalute più importanti, in generale, stiano ponendo dei quesiti importanti ed affermando dei nuovi modelli che non possono essere ignorati dagli investitori e da chi vuole cimentarsi con il trading. C’è spazio per un’innovazione profonda anche in questo settore, con dei limiti ancora inesplorati e, ne siamo certi, nuove sorprese che ci aspettano nel 2018.

La medaglia d’argento al collo di Draghi

Se la medaglia d’oro è stata assegnata a chi sembra voler destabilizzare l’ordine costituito, quella d’argento, come ideale contrappeso, non può non essere consegnata idealmente ad uno dei maggiori esponenti delle istituzioni economiche mondiali: parliamo proprio di Draghi, il maggior artefice delle scelte, mai banali, della BCE.

Ogni volta infatti che Draghi è in procinto di fare delle importanti dichiarazioni sulla politica economica della BCE tutti i principali osservatori sono bravissimi nell’anticipare quello che verrà esternato di lì a poco. Ma il più delle volte Draghi stupisce per novità inattese e mai scontate. Ciò che più convince nell’operato del massimo esponente della Banca Centrale Europea è una certa indipendenza dai poteri forti, soprattutto quello tedesco, e la capacità di ragionare sempre in prospettiva, con una visione sistemica da vero leader, quello che sembra troppo spesso mancare alla politica italiana

Leggi anche: La fiammata di Draghi del 26 ottobre

E la medaglia di bronzo?

Non è facile attribuire la medaglia di bronzo, soprattutto dopo aver visto la “statura” dei primi due protagonisti del 2017.

La scelta è caduta su un fenomeno che forse è passato un po’ inosservato ma che, come del resto il Bitcoin, è indicativo di come le nuove tecnologie e le nuove tendenze possano incidere anche su settori come quelli della finanza e degli investimenti: la medaglia di bronzo è quindi assegnata al Social Trading.

Leggi anche: Social Trading – Introduzione

Come molti sanno il Social Trading è quell’insieme di strumenti che possono essere messi a disposizione di un trader per poter seguire le mosse dei migliori performer o, più in generale, di chi è più esperto in un settore sicuramente non semplice da approcciare.

Gli strumenti possono essere diversi, più o meno automatici, ma comunque con un obiettivo simile: mettere il singolo in condizione di muoversi valutando in modo immediato e dettagliato, se non addirittura “copiando”, le tendenze in corso nella comunità del trading. Un chiaro esempio dell’approccio “social” applicato ad altri settori, che non siano quindi solo quelli della semplice comunicazione interpersonale, ma con finalità diverse.

Un altro esempio quindi di come l’innovazione tecnologica e digitale possa accelerare delle tendenze e far muovere interi settori a velocità multipla rispetto al passato

eToro

SOCIAL NETWORK DI TRADING CON
FUNZIONE COPYTRADER

Voto 5.9/10
INFORMATIRICHIEDI

Cosa ci dobbiamo aspettare nel 2018?

Orsi, tori, titoli che volano, che ne sarà delle criptovalute? Per questo vi consigliamo un buon astrologo. Possiamo però sbilanciarci facilmente su una cosa: il 2018 sarà frizzante come e più del 2017, proprio perché, come abbiamo visto, l’innovazione tecnologica e l’impatto sempre più dirompente sulla nostra società continueranno questa opera di “accelerazione” che abbiamo visto nell’anno passato e che renderà sempre più appassionante (e forse un po’ più rischioso) il “nostro mondo”.