I titoli su Libertex.com – Ferrari

Investimenti

In tutto il mondo Ferrari è sinonimo di Italia e di velocità. Una leggenda sportiva che tutti conoscono, tutti amano, tutti sognano. Un marchio caratterizzato da un cavallino rampante ovunque sinonimo di lusso, esclusività, performance, design e qualità italiana.

Ferrari

Ferrari è una storia che in ottant’anni si è trasformata in leggenda. Un mito fondato su decenni di successi sportivi e sullo capacità unica di saper creare automobili dall’ingegneria perfetta e dallo stile inconfondibile. Ogni auto è considerata un capolavoro artistico unico e inimitabile.

Leggi anche: Le buone “azioni” di Mr Banca: Disney

I beni di lusso sono una categoria di prodotti di investimento da sempre molto attiva e consigliabile a qualsiasi profilo di investitore, dal principiante all’esperto. In questa categoria è presente a pieno titolo il marchio Ferrari che potrai decidere di acquistare o vendere utilizzando una tra le piattaforme di trading online più potenti al mondo: Libertex.com.

Ferrari: un mix di lusso e velocità

Una storia nata il 13 settembre 1939 a Modena da Enzo Ferrari, un pilota di auto da corsa, che decisi di fondare una casa automobilistica con il nome Auto Avio Costruzioni (AAC). Costruì un’auto sportiva, alimentata da un motore 8 cilindri da 1500 cc, che partecipò alla Mille Miglia del 1940. Sfortunatamente, lo scoppio della seconda guerra mondiale portò il fermo di tutte le corse automobilistiche.

Alla fine del 1943 Enzo Ferrari trasferì i laboratori di Auto Avio Costruzioni da Modena a Maranello e nel 1947 costruì la prima auto con il marchio Ferrari, la 125 S. Il pilota Franco Cortese guidò l’auto nella sua prima gara sul circuito di Piacenza l’11 maggio 1947 e di nuovo alla sua prima vittoria nel Gran Premio di Roma sul circuito delle Terme di Caracalla il 25 dello stesso mese.

Ferrari 125s
“Ferrari 125S del 1943 alla storica porta di Maranello”

Gli anni ’50 portarono grandi cambiamenti e alla fine del decennio il nome Ferrari divenne famoso in tutto il mondo. Un’intera serie di vittorie che avrebbe portato la Scuderia Ferrari a diventare la squadra di maggior successo nella storia della Formula 1. Le vittorie nelle gare di endurance come la Mille Miglia (1948) e la 24 Ore di Le Mans (1949). Anche sul fronte della produzione vi furono importanti sviluppi, dal momento che la Ferrari iniziò a lavorare con la storica Carrozzeria Scaglietti nel 1951 per fabbricare e assemblare i suoi telai. Tra il 1950 il 1960 le vendite Ferrari triplicarono!

Nel 1960, per sviluppare i lati industriali e di business, la Ferrari divenne una società a responsabilità limitata e nel 1969 raggiunse un accordo con la Fiat per vendergli il 50% delle sue azioni.

Nel 1970 iniziò la produzione di auto alimentate dai primi motori V8 montati sul retro che si dimostrarono di enorme successo commerciale. Le vendite continuarono a crescere per tutto il decennio, spinte dalla popolarità di modelli come la 308 GTB, la 308 GT4 e la GTS. Alla fine degli anni ’60 la divisione corse vide la sponsorizzazione con Shell (ancora oggi il principale sponsor insieme a Philip Morris International) e l’inizio di una serie di successi vincendo i titoli mondiali Piloti e Costruttori in diverse occasioni.

Gli anni ’80 sono stati quelli più complessi a causa della morte di Enzo Ferrari (1988) e al cambio di assetto societario. Fiat aumentò la propria partecipazione portandola al 90%, mentre il restante 10% rimase nelle mani del figlio di Enzo, Piero Ferrari. Mentre la Scuderia vinse solo due titoli costruttori di Formula 1 (1982 e 1983), la Ferrari produsse diverse auto che fecero la storia: la 288 GTO e la Testarossa (1984), la F40 (1987), la F50 (1995).

Ferrari Testarossa
“Ferrari Testarossa del 1984”

Il nuovo millennio decretò un successo sportivo dietro l’altro per la Ferrari. In particolare in F1 furono vinti 13 titoli mondiali: sei piloti (cinque con Schumacher e uno con Räikkönen) e sette costruttori. Parallelamente ci fu anche il successo commerciale con il lancio di modelli di successo come la Enzo Ferrari nel 2002 e la F430 nel 2004.

Fu inaugurata una nuova politica di branding che portò all’inaugurazione ufficiale del primo Ferrari Store a Maranello nel 2002 seguito da altri 30 punti vendita in tutto il mondo, tra cui San Pietroburgo, Dubai, Abu Dhabi, Singapore, New York e Miami.

Dal 2010 in poi Ferrari ha iniziato a presidiare i mercati emergenti, come il Medio Oriente, la Cina, il Giappone e il resto dell’Estremo Oriente. Le nuove macchine prodotte diedero maggiore attenzioni a temi quali lo standard superiore di comfort e guidabilità pur conservando le prestazioni di una Ferrari. Nel 2015 FCA ha messo in vendita il 10% delle sue azioni Ferrari in un’offerta pubblica iniziale e il 21 ottobre 2015 è stata quotata alla Borsa di New York (NYSE: RACE). Il 4 gennaio 2016 Ferrari è stata quotata anche su Borsa Italiana, diventando una società indipendente.

Ferrari Portofino
“Interni della Ferrari Portofino del 2017”

Tutti i numeri di Ferrari

Ferrari ha chiuso il primo trimestre 2018 (gennaio-marzo) con un utile netto di 149 milioni di euro (+19,4% sullo stesso periodo di un anno fa), ricavi di 831 milioni di euro (+1,3%) ed un ebitda di 272 milioni di euro (+13%). Sono state consegne 2.128 vetture, in aumento di 125 unità (+6,2%).

La stima per la fine dell’anno in corso prevede un numero di consegne sopra le 9.000 unità e ricavi netti superiori a 3,4 miliardi di euro. Numeri in grande crescita e da capogiro!

Ferrari conta una forza lavora pari a 3.200 dipendenti circa. Tutte le autovetture sono progettate e costruite a Maranello e sono vendute in oltre 60 mercati in tutto il mondo attraverso una rete di 180 rivenditori autorizzati.

titolo Ferrari giugno 2018
“Il titolo Ferrari su Libertex.com

Il titolo Ferrari alla Borsa di New York (NYSE: RACE) vale oggi 136,45 dollari. E’ un titolo la cui dinamica di crescita è intervallata da sali e scendi molto interessanti per investitori che sanno cogliere il momento giusto.

Investire nei titoli Ferrari su Libertex.com

Scopri la semplicità, la trasparenza e l’affidabilità di investire sui titoli Ferrari utilizzando una delle piattaforme di trading online più potenti e complete sul mercato: Libertex.com:

  • Semplicità in quanto la piattaforma di Libertex.com vanta una esperienza utente unica e capace di coinvolgere sin da subito qualsiasi profilo di investitore dal principiante al più esperto. Un portale web in 11 lingue, incluso l’italiano, completo di guide, di notizie economiche e di una sezione di formazione. Un software disponibile nella versione classica da computer e in quella mobile pensata per gli utilizzatori di smartphone (Android e Apple) e tablet;
  • Trasparenza come un elemento distintivo di Libertex.com. Infatti, tutte le commissioni e gli spread applicati sono indicati nella piattaforma accanto ad ogni specifico asset su cui è possibile investire.
  • Affidabilità di un broker che opera dal 1997 e di un marchio internazionale con oltre 20 anni di esperienza. I 2,2 milioni di clienti di Libertex.com provengono da 110 paesi in tutto il mondo. Nel corso della sua storia, Libertex.com ha vinto 30 premi internazionali da riviste e istituzioni finanziarie per la qualità del suo supporto clienti e le sue soluzioni tecnologiche innovative;

premi libertex

Libertex.com si contraddistingue per:

  • Deposito minimo di 100€ ed accesso a tutte le funzionalità offerte;
  • Spread e commissioni di trading chiaramente espressi sulla piattaforma;
  • 170 asset negoziabili tra cui le principali criptovalute;
  • Conto demo gratuito di 5 mila euro virtuali per esercitarsi;
  • Supporto clienti tramite telefono, livechat ed email (9-18 dal lunedì al venerdì);
  • Diverse modalità di pagamento per i depositi e prelievi (carte di credito, bonifico bancario e wallet come Skrill) senza commissioni di trasferimento;
  • App per investire anche in mobilità su smartphone;
  • Leva finanziaria disponibile fino a 600:1 variabile a seconda del singolo asset;
  • Regolamentato Cysec e dalla italiana Consob. Segue le direttive comunitarie MiFID.

MrBanca, seguendo la sua politica di massima trasparenza, ci tiene a ricordare che la leva finanziaria è una arma a doppio taglio: ti consente di incrementare i tuoi guadagni ma, parallelamente, rischia di far lievitare anche le perdite.

Ecco i semplici passi da seguire per aprire il tuo conto con Libertex.com.

Passo 1 di 4: Registra il tuo conto

Crea rapidamente il tuo conto con Libertex.com inserendo email e password che diventeranno le tue credenziali di accesso alla piattaforma di trading online.

registra libertex
“Registra il tuo account libertex.com

Passo 2 di 4: Completa la registrazione del tuo conto

Ti verrà richiesto di completare la tua registrazione Libertex.com facendo alcune semplici operazioni:

  • Inserimento dei propri dati anagrafici e di residenza;
  • Inserimento di altre informazioni (es: esperienze pregresse di trading e conoscenze finanziarie) richieste in ambito regolamentazione per la tua tutela;
  • Verifica dell’indirizzo mail (ed eventuale modifica in caso di non indirizzo non corretto);
completa dati libertex
“Completa i dati del tuo account libertex.com

Passo 3 di 4: Deposita sul tuo Conto

Potrai ora effettuare il deposito sul tuo conto Libertex.com utilizzando una delle modalità di pagamento proposte: Carta di Credito (Visa o Mastercard), Bonifico Bancario o i wallet Neteller e Skrill.

deposita libertex
“Deposita sul tuo conto libertex.com

Passo 4 di 4: Inizia ad investire

Scegli il prodotto (o asset) su cui vuoi investire utilizzando, in caso, la funzionalità di ricerca posta in alto. Decide se vuoi acquistare o vendere e imposta i consueti parametri (ammontare dell’investimento, il take profit e lo stop loss).

investi con libertex
“Investi con libertex.com
Libertex

20 ANNI DI ESPERIENZA
2,2 MILIONI DI CLIENTI

Voto: 8.5/10
INFORMATIRICHIEDI