I titoli tedeschi su Markets.com – Adidas e Allianz

Investimenti

Da oggi MrBanca.com vi accompagnerà con una serie di articoli nel vasto mondo dei prodotti di investimento utilizzando una delle più potenti soluzioni di trading online oggi presenti sul mercato: Markets.com.

In particolare, in questo primo articolo, andremo a scoprire i fondamentali di alcuni dei principali titoli azionari del mercato tedesco, perché solo approfondendo il contesto circostante, potrete pianificare in modo “consapevole” i vostri investimenti.

Borsa Francoforte

Leggi anche: La nostra recensione imparziale su Markets.com.

Adidas: da origini umili ad una successo planetario

AdidasOgni grande storia ha un inizio. Quello del marchio Adidas ha avuto luogo in Germania e precisamente in una piccola città della Baviera. Adi Dassler registrò il “Gebrüder Dassler Schuhfabrik” (fabbrica di scarpe di Gebrüder Dassler) nel 1924 e iniziò la sua missione per realizzare e fornire agli atleti le migliori attrezzature possibili. Le medaglie d’oro ad Amsterdam (1928, Lina Radke) e Berlino (1936, Jesse Owens) furono solo i primi successi di un marchio che nel tempo ne ha accompagnati molti.

Al termine della seconda guerra mondiale, il 18 agosto 1949, Adi Dassler ricominciò all’età di 49 anni e registrò la “Adi Dassler adidas Sportschuhfabrik” e si mise al lavoro con 47 dipendenti nella piccola città di Herzogenaurach. Lo stesso giorno fu registrata la prima scarpa che includeva la registrazione della Adidas 3-Stripes (3 strisce), che negli anni diventerà famosa.

ScarpaIl successo esplose quando in Adidas balenò l’idea di inserire delle viti sulla suola delle scarpe da calcio leggere, ma soprattutto, quando queste scarpe aiutarono la nazionale tedesca di calcio ha battere gli imbattibili ungheresi nella finale dei Mondiali del 1954. Una incredibile vittoria che sarebbe stata raccontata in tutto il mondo e per i decenni a venire rendendo di fatto Adidas il fondatore dello scarpino da calcio moderno.

Era il 1967 quando il primo modello della tuta Adidas veniva indossata da Franz Beckenbauer (uno dei più grandi calciatori di tutti i tempi noto come il “kaiser”) diventando il primo capo di abbigliamento per l’azienda tedesca che fino ad allora era famosa esclusivamente per le scarpe. Adi Dassler continuò nei decenni successivi a vestire i migliori atleti, ad incontrarli anche invitandoli a visitare Herzogenaurach, ad ascoltarli attentamente su ciò che dicevano e a migliorare sempre di più il prodotto finale.

PalloneNel 1970 fu consegnato da Adidas il pallone ufficiale dei campionati del mondo in Messico ampliando ulteriormente la gamma dei prodotti offerti dalla società tedesca. Da Herzogenaurach verso il mondo intero: le 3 strisce continuarono ad espandersi coprendo sempre più discipline sportive nel corso degli anni. I campioni che testimoniavano la bontà del prodotto Adidas aumentavano di anno in anno… Reinhold Messner ha scalato le montagne e la ginnasta Nadia Comaneci ha ottenuto diversi 10 assoluti nelle sue esibizioni ginniche… e tutti vestendo e calzando Adidas.

In una delle sue campagne di marketing più memorabili, Adidas lascia che i suoi più grandi atleti tra cui David Beckham, Haile Gebrselassie e Muhammad e Laila Ali affrontino le loro paure, sconfitte e sfide solo per dimostrare che… impossible is nothing (nulla è impossibile). Lo slogan divenne mondiale e utilizzato dalle persone comune per trovare la forza di raggiungere i propri obiettivi.

Tutti i numeri di Adidas

56.888 persone lavorano in Adidas provenienti da oltre 100 paesi. Si producono più di 900 milioni di tipologie differenti di prodotto ogni anno e il fatturato nel 2017 è stato pari alla cifre monstre di 21.218 miliardi. Il brand Adidas nel 2018 occupa la 103-esima posizione al mondo per Brand Finance.

Oggi Adidas è una compagnia mondiale piuttosto complessa e ramificata e nel suo universo comprende anche un secondo marchio di fama mondiale: Reebok.

Adidas - Andamento titolo Borsa
“Il valore del titolo Adidas. Fonte: Markets.com

Attualmente il titolo vale 190,15 Euro e, come si vede dal grafico, la tendenza è quella di una costante crescita di valore nel lungo periodo.

 

Markets.com

TRADING TOOLS +
CONTO PRATICA GRATUITO

Voto: 8.9/10
INFORMATIRICHIEDI

 

Allianz: 125 anni di storia delle assicurazioni

Tutti i numeri di AllianzFondata nel 1890 a Berlino come Società di assicurazioni specializzata nel ramo dei trasporti e degli infortuni, Allianz subito dopo pochi anni apre ai mercati internazionali. Apre i suoi uffici a Londra nel 1893 per curare gli interessi dei clienti tedeschi che vogliono assicurare le possibili perdite nei trasporti verso l’estero. All’inizio della prima guerra mondiale, Allianz continua la sua espansione commerciale negli USA, nei Paesi Bassi, in Scandinavia, in Italia, in Belgio, in Francia e nei Balcani. Allianz viene quotata per la prima volta alla borsa di Berlino nel 1895. Il devastante terremoto a San Francisco del 18 Aprile 1906 che causò 3.000 morti, 250.000 sfollati e danni materiali per circa 350 milioni di dollari fu un disastro economico per i più grandi assicuratori di tutto il mondo tra cui la stessa Allianz che in questa occasione rimborsò un totale di 250 milioni di dollari.

Allianz superò entrambi i conflitti mondiali e durante questo periodo entrò nelle assicurazioni per le automobili, creò le prime polizze per la vita e automatizzò al massimo la gestione delle sue attività.

Allianz - Sede Berlino 1890
“sede Allianz di Berlino (1890)”

La Società uscì dalla seconda guerra mondiale distrutta dai bombardamenti alleati e con tutte le attività di business azzerate. Con la ricostruzione del dopoguerra e il miracolo economico in Germania, Allianz nei primi anni ’70 diventa la società di assicurazioni più grande d’Europa per merito principalmente della elaborazione elettronica dei dati che rivoluziona i processi di lavoro in azienda. Il 20 gennaio 1956 inizia l’era dell’elaborazione elettronica dei dati e Allianz si dota per prima in Europa di un IBM 650, un computer per l’elaborazione dei dati tramite tamburi magnetici capace di elaborare oltre dieci milioni di schede perforate all’anno per finalità statistiche e non solo. Negli anni continua la crescita e l’espansione della società nei mercati di tutto il mondo e nel 2001 avviene l’importante passo di Allianz che acquista Dresdner Bank e definisce il settore bancario come una nuova attività principale al fianco di assicurazioni e gestione patrimoniale. Nel 2008 Allianz vende la Dresdner Bank a Commerzbank.

Allianz Arena
“Lo stadio Allianz Arena di Monaco di Baviera”

Nel 2015, accompagnata dal motto “proteggere il futuro“, Allianz ha compiuto 125 anni di storia ponendosi gli obiettivi per il prossimo futuro: utilizzare le conoscenze, l’esperienza e le proprie idee per sviluppare soluzioni alle nuove sfide globali come la demografia, i cambiamenti climatici, l’accesso diffuso ai servizi finanziari e alla digitalizzazione.

Tutti i numeri di Allianz

Allianz è oggi uno dei gruppo fra i maggiori fornitori di servizi finanziari al mondo, leader nell’offerta di prodotti e servizi assicurativi, bancari e di asset management. Il gruppo Allianz è presente in più di 70 paesi, dà lavoro a circa 150 mila dipendenti e fornisce servizi assicurativi, finanziari e bancari ad oltre 85 milioni di clienti. Nel 2017 ha avuto un fatturato pari a 126,1 miliardi di Euro.

Allianz al 31 dicembre 2012 vantava una invidiabile Solvency ratio (= il grado di patrimonializzazione di un intermediario bancario o finanziario. È calcolato come rapporto percentuale tra il “patrimonio di vigilanza” dell’intermediario e il totale delle “attività ponderate per il rischio” ad una certa data) pari al 197%.

Il brand Allianz nel 2018 occupa la 62-esima posizione al mondo per Brand Finance.

allianz titolo
“Il valore del titolo Allianz. Fonte: Markets.com

Attualmente il titolo vale 191,87 Euro e, come si vede dal grafico, ha avuto negli ultimi mesi una forte crescita frenata nell’ultimo periodo. E’ assolutamente un titolo che vi consigliamo di osservare perché con i suoi balzi può essere fonte di guadagni facili anche nel breve periodo.

 

Markets.com

TRADING TOOLS +
CONTO PRATICA GRATUITO

Voto: 8.9/10
INFORMATIRICHIEDI

 

Investire nei titoli Adidas o Allianz su Markets.com

Scopri come è semplice, veloce e sicuro investire nei titoli Adidas o Allianz con Markets.com, il broker consigliato da Mr Banca.

  • Semplice, in quanto potrai operare con una piattaforma dalla esperienza utente incredibile e adatta a tutti i profili di investitori online indipendentemente dall’esperienza nel trading online;
  • Veloce, perché basteranno pochi click per poter aprire il tuo conto con Markets.com ed essere pronto per i tuoi investimenti;
  • Sicuro, perchè Markets.com è un broker che segue la regolamentazione cipriota CySec (Cyprus Securities and Exchange Commission) e vanta la licenza da parte del FSB (Financial Service Board).

Markets.com si contraddistingue per:

  • Zero Commissioni di Trading e nessun canone mensile;
  • Trading aperto anche il sabato e la domenica (in parte);
  • Duemila asset negoziabili tra cui le principali criptovalute;
  • Conto demo gratuito di 10 mila euro (o dollari);
  • Supporto clienti interno alla piattaforma (livechat);
  • Piattaforma personalizzabile secondo le proprie esigenze di trading;
  • App per investire anche in mobilità su smartphone;
  • Spread ridotti e trading con leva personalizzabile;
  • Strumenti di trading avanzati;
  • Leva finanziaria disponibile fino a 300:1;

Come sempre noi di MrBanca ci teniamo a ricordare ai nostri lettori che la leva finanziaria è una arma a doppio taglio: ti consente di incrementare i tuoi guadagni ma, parallelamente, rischia di far lievitare anche le perdite.

Ecco i semplici passi da seguire per aprire il tuo conto con Markets.com.

Passo 1 di 4: Registra il tuo conto

Crea rapidamente il tuo conto con Markets.com inserendo email e password che diventeranno le tue credenziali di accesso al pannello online.

Crea conto Markets
“Crea il tuo conto Markets.com

Passo 2 di 4: Completa la registrazione del tuo conto

Ti verrà richiesto di completare la tua registrazione Markets.com facendo alcune semplici operazioni:

  • Inserimento dei propri dati anagrafici e di residenza;
  • Inserimento di altre informazioni (es: esperienze pregresse di trading e conoscenze finanziarie) richieste in ambito regolamentazione per la tua tutela;
  • Impostazione del livello della leva finanziaria;
  • Verifica del numero di cellulare inserito tramite l’invio di un codice sul proprio smartphone da reinserire nell’apposito campo che sarà presentato sulla piattaforma;
  • Verifica della propria identità tramite:
    • caricamento di un documento di identità valido;
    • caricamento di una prova di residenza (una bolletta elettricità, acqua, gas, Internet, Telefono fisso o Servizio TV oppure un estratto conto bancario riportante nome e indirizzo ed emessi da non più di 6 mesi).
Completa registrazione Markets
“Completa la tua registrazione Markets.com

Passo 3 di 4: Deposita sul tuo Conto

La verifica dei documenti caricati online al passo precedente potrà richiedere al massimo 24 ore. Parallelamente potrai effettuare il deposito sul tuo conto Markets.com utilizzando una delle modalità di pagamento proposte: Carta di Credito (Visa, Mastercard o American Express), Paypal, Bonifico Bancario, Neteller o Skrill.

Il deposito minimo richiesto è di 100€.

Deposita Markets
“Deposita fondi sul tuo conto Markets.com

Passo 4 di 4: Inizia ad investire

Scegli il prodotto (o asset) su cui vuoi investire utilizzando, in caso, la funzionalità di ricerca posta in alto a sinistra. Decidi se vuoi acquistare o vendere e imposta i consueti parametri (ammontare dell’investimento, il take profit e lo stop loss).

Investi Markets
“Investi con Markets.com

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*