Inflazione 2019

banconote

Inflazioni 2019: dati e novità

Inizia l’anno con un rallentamento dell’inflazione  ma secondo il Codacons il segnale denota una fase di stallo dei consumi.

Novità anche sulla composizione del paniere di riferimento della rilevazione dei prezzi al consumo.

Il nuovo paniere di riferimento della rilevazione dei prezzi al consumo vede tra le new entry lo zenzero, hoverboard, web tv e e-bike.
Le abitudini di consumo delle famiglie cambiano con il passare del tempo ed è per questo motivo che l’istituto nazionale di statistica rivede continuamente, non solo la sua composizione, ma anche i pesi associati ai singoli prodotti che contribuiscono al calcolo dell’inflazione.

Inflazione 2019

Ma cos’è l’inflazione?

Come già vi abbiamo spiegato precedentemente, l’inflazione è l’aumento medio dei prezzi di beni e servizi considerati sulla base della definizione di un opportuno “paniere” e calcolati nell’arco di tempo preso in analisi, in genere un anno.

Un’inflazione positiva testimonia quindi un aumento generale dei prezzi. Viceversa un decremento degli stessi è sinonimo della cosiddetta deflazione.

L’inflazione quindi rappresenta in genere una riduzione del potere d’acquisto della moneta. In pratica, con un’inflazione annua  del 2% un bene che oggi costa un euro, tra un anno costerà in media 1 euro e 2 centesimi. Da un altro punto di vista, ciò vorrà dire che un euro tra un anno non sarà più sufficiente per acquistare quel bene, e quindi potremo dire che il suo potere d’acquisto sarà diminuito.

Come anticipato in apertura a gennaio 2019 l’inflazione ha subito un rallentamento. E’ stata rilevata una crescita dei prezzi dello 0,9% rispetto al 1,1 % (su base annua) rilevato lo scorso dicembre 2018.

Leggi anche: Inflazione

Rispetto quanto vi abbiamo detto starete sicuramente pensando che la notizia è positiva, corretto?

In realtà seppur un apparente contraddizione, la notizia è molto negativa. La crescita economica di un paese è, infatti, sempre accompagnata da un aumento dei prezzi al contrario di quanto accade durante le fasi di recessione.

Il calo dell’inflazione ci indica purtroppo un rallentamento dei consumi e quindi un allontanamento da una situazione di benessere.

Ma non è l’unico elemento negativo.

Il secondo motivo è legato al debito pubblico. Un aumento dei prezzi comporta, infatti, una diminuzione del valore reale del debito rispetto quello nominale e quindi un costo del denaro inferiore.

Da cosa deriva questo rallentamento?

Questa flessione deriva principalmente dalla decelerazione dei prezzi dei beni energetici, sia della componente regolamentata, scesi da +10,7 % del mese di dicembre a +6,9 %, sia per la componente non regolamentata (Gas, Gpl, Benzina etc..) con una differenza di valore va dal +2,6 % al +0.3 %.

Non tutti i prezzi sono però in diminuzione

Il rallentamento dell’inflazione di questo inizio anno è in parte mitigato da un aumento dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti e beni alimentari non lavorati.

Il carrello della spesa 2019

Inflazione 2019Un importante elemento che denota la fase di recessione è dovuto ad un rallentamento dei consumi per la componente denominata “carrello della spesa”. In tale carrello rientrano tutti i prodotti per la cura della casa e della persona, ma soprattutto i beni alimentari.
Cibi, detergenti, detersivi vedono un calo che va dal +0.7 % al +0.5.

Paniere 2019 cambio di abitudini in alta definizione

Cambiano le abitudine di consumo degli italiani e l’istat aggiorna l’elenco di prodotti inclusi nel paniere utilizzato per il calcolo dei prezzi al consumo.

Il nuovo paniere conta 1507 prodotti alimentari (contro i 1489 del 2018). In questo nuovo paniere troviamo delle new entry di tutto rispetto come lo zenzero e i frutti di bosco.
Ma non sono le uniche “particolari” novità.

Nel settore sportivo troviamo l’hoverboard, in quello tecnologico le cuffie con microfono e in quello dei trasporti la e-bike e lo scooter sharing. In un paese che invecchia non potevano poi mancare i pannoloni e le traverse salvaletto,

Escono invece  dopo anni i supporti digitali come cd e dvd e soprattutto le lampadine a risparmio energetico.

Come vi abbiamo accennato in precedenza le diverse categorie non contribuiscono allo stesso modo al calcolo dell’inflazione.

Ad ogni categoria di spesa viene, infatti, attribuito un diverso peso percentuale: 16,3% per prodotti alimentari e bevande analcoliche, 14,4% per i trasporti, 11,8% per servizi ricettivi e ristorazione, solo per citarne alcuni.

In conclusione il quadro per come si presenta non sembra incoraggiante, soprattutto vista la crisi economica che sta affrontando il nostro paese e dalla quale, visto il quadro illustrato, non si riuscirà a venirne fuori almeno nel breve periodo. L’incertezza poi di un governo con una linea non del tutto chiara non contribuisce certo a migliorare la situazione.

 

Se vuoi provare ad investire ti consigliamo di farlo attraverso piattaforme certificate. Leggi le recensioni di Mr Banca:

Markets.com

TRADING TOOLS +
CONTO PRATICA GRATUITO

Voto: 8.6/10
INFORMATIRICHIEDI
 BrokerVotoLeggiVai
Markets.comMarkets.com8.6RecensioneRichiedi
ETX CapitalETX Capital7.8RecensioneRichiedi
Trade.comTrade.com7.4RecensioneRichiedi
BDSwissBDSwiss7.3RecensioneRichiedi
LibertexLibertex7.3RecensioneRichiedi
iTrader.comiTrader.com6RecensioneRichiedi

 

Investire in Bitcoin (BTC) su Markets.com

Scopri come è semplice, veloce e sicuro investire in Bitcoin (BTC) su Markets.com, il broker consigliato da Mr Banca.

  • Semplice in quanto potrai operare con una piattaforma dalla esperienza utente incredibile e adatta a tutti i profili di investitori online indipendentemente dall’esperienza nel trading online;
  • Veloce perché basteranno pochi click per poter aprire il tuo conto con Markets.com ed essere pronto per i tuoi investimenti;
  • Sicuro perchè Markets.com è un broker che segue la regolamentazione cipriota CySec (Cyprus Securities and Exchange Commission) e vanta la licenza da parte del FSB (Financial Service Board).

Markets.com si contraddistingue per:

  • Zero Commissioni di Trading e nessun canone mensile;
  • Trading aperto anche il sabato e la domenica (in parte);
  • duemila asset negoziabili tra cui le principali criptovalute;
  • Conto demo gratuito di 10 mila euro (o dollari);
  • Supporto clienti interno alla piattaforma (livechat);
  • Piattaforma personalizzabile secondo le proprie esigenze di trading;
  • App per investire anche in mobilità su smartphone;
  • Spread ridotti e trading con leva personalizzabile;
  • Strumenti di trading avanzati;
  • Leva finanziaria disponibile fino a 300:1.

Come di consueto noi di Mr Banca ci teniamo a ricordare ai nostri lettori che la leva finanziaria è una arma a doppio taglio: se deciderai di investire in Bitcoin (BTC), ti consentirà di incrementare i tuoi guadagni ma, parallelamente, rischierai di perdere il capitale investito. Investi con la massima attenzione!

Ecco i semplici passi da seguire per aprire il tuo conto con Markets.com e iniziare subito a comprare Bitcoin (BTC).

Passo 1 di 4: Registra il tuo conto

Crea rapidamente il tuo conto con Markets.com inserendo email e password che diventeranno le tue credenziali di accesso al pannello online.

Crea conto Markets
Crea il tuo conto Markets.com

Passo 2 di 4: Completa la registrazione del tuo conto

Per investire in Bitcoin (BTC), a questo punto ti verrà richiesto di completare la tua registrazione Markets.com facendo alcune semplici operazioni:

  • Inserimento dei propri dati anagrafici e di residenza;
  • Inserimento di altre informazioni (es: esperienze pregresse di trading e conoscenze finanziarie) richieste in ambito regolamentazione per la tua tutela;
  • Impostazione del livello della leva finanziaria;
  • Verifica del numero di cellulare inserito tramite l’invio di un codice sul proprio smartphone da reinserire nell’apposito campo che sarà presentato sulla piattaforma;
  • Verifica della propria identità tramite:
    • caricamento di un documento di identita’ valido;
    • caricamento di una prova di residenza (una bolletta elettricità, acqua, gas, Internet, Telefono fisso o Servizio TV oppure un estratto conto bancario riportante nome e indirizzo ed emessi da non più di 6 mesi).
Completa registrazione Markets
Completa la tua registrazione Markets.com

Passo 3 di 4: Deposita sul tuo Conto

La verifica dei documenti caricati online al passo precedente potrà richiedere al massimo 24 ore. Parallelamente potrai effettuare il deposito sul tuo conto Markets.com utilizzando una delle modalità di pagamento proposte: Carta di Credito (Visa, Mastercard o American Express), Paypal, Bonifico Bancario, Neteller o Skrill.

Il deposito minimo richiesto è di 100€ e sei pronto a investire in Bitcoin (BTC)!

Deposita Markets
Deposita fondi sul tuo conto Markets.com

Passo 4 di 4: Inizia ad investire in Bitcoin (BTC)

Scegli il prodotto Bitcoin (BTC) utilizzando la funzionalità di ricerca posta in alto a sinistra. Seleziona compra per iniziare a investire in Bitcoin (BTC)e imposta i consueti parametri (ammontare dell’investimento, il take profit e lo stop loss).

Investi Markets
Investi con Markets.com
Markets.com

TRADING TOOLS +
CONTO PRATICA GRATUITO

Voto: 8.6/10
INFORMATIRICHIEDI
 BrokerVotoLeggiVai
Markets.comMarkets.com8.6RecensioneRichiedi
ETX CapitalETX Capital7.8RecensioneRichiedi
Trade.comTrade.com7.4RecensioneRichiedi
BDSwissBDSwiss7.3RecensioneRichiedi
LibertexLibertex7.3RecensioneRichiedi
iTrader.comiTrader.com6RecensioneRichiedi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*