Investimenti per principianti: le regole fondamentali (parte terza)

Investimenti

Il nostro viaggio si conclude con la domanda più importante per chi si appresta ad effettuare un investimento.

Come posso proteggere i soldi investiti?

Il modo migliore per proteggere i tuoi soldi è quello di concentrarti esclusivamente sui fattori che puoi controllare. Non puoi controllare l’andamento del mercato, ma puoi sicuramente controllare come reagisci alle flessioni, quanto del tuo reddito stai spendendo, risparmiando e assegnando ai tuoi investimenti.

Questa è una delle ragioni per cui dovresti fare molta attenzione agli obiettivi a breve termine. Da un lato potresti essere in grado di affrontare il rischio ed investire una parte dei tuoi risparmi nel mercato azionario nella speranza di realizzare velocemente un profitto. Ma se non ti puoi permettere di rischiare il tuo denaro, forse investire quei soldi in tali attività non è la mossa appropriata.

Se il tuo obiettivo è quello di realizzare un profitto nel breve termine e non ti puoi permettere di affrontare il rischio associato al mercato azionario dovresti trovare il miglior conto fruttifero e depositare i tuoi soldi in quest’ultimo, l’obiettivo a breve termine è vitale per poter costruire un avvenire. Per quanto riguarda gli obiettivi a lungo termine ti spieghiamo quali sono i tre principi che ti possono aiutare a proteggere i tuoi soldi.

1.      Rimani Diversificato

L’idea alla base della diversificazione è molto semplice, è rischioso mettere troppe uova in un unico paniere.
Le aziende falliscono, le industrie subiscono decrementi da anni e i paesi entrano in periodi di instabilità politica. Quanto più investi in attività non correlate, tanto più sarai in grado di bilanciare sia il rischio che il rendimento: è per questo che che il tuo portafoglio dovrebbe contenere azioni internazionali oltre a quelle nazionali, nonché obbligazioni e altri titoli sicuri.

2.      Riduci le spese

Un altro fattore che puoi controllare sono le spese associate al tuo investimento. È possibile che ti venga addebitata una fee ogni volta che apri una transazione in percentuale alle risorse movimentate. Il modo in cui le tasse vengono valutate è quindi estremamente importante.
Kent Smetters, professore alla Wharton School della University of Pennsylvania e conduttore del programma di finanza personale di SiriusXMU, ha detto in un’intervista telefonica che non ospita mai nel suo programma consulenti finanziari a meno che non vengano pagati.
In questo modo il promotore viene retribuito per il suo servizio quindi la probabilità che voglia vendere prodotti “fasulli” ai clienti diminuisce drasticamente. I consulenti finanziari dovrebbero avere come interesse principale il “bene” dei propri clienti che non può assolutamente venir meno a causa di elevate commissioni.
Gli investimenti per il cliente finale devono essere perciò remunerativi e avere un basso costo.
Quindi, come questo si può mettere in pratica al di là di assicurarti che ogni consulente che “assumi” sia una persona affidabile e accreditata? 

Importante prima di tutto è tenere d’occhio i rapporti con i dettagli di spesa. Non è insolito vedersi applicati delle commissioni pari anche all’1% del capitale investito, questo si traduce in centinaia/migliaia di euro “persi” nel tempo.

Attenzione poi ad eventuali costi nascosti per gli investitori. Non bisogna mai sottovalutare la possibilità che vi siano delle gestioni non efficienti che introducano delle ulteriori componenti di costo.

  1. Mantieni la tua psicologia sotto controllo

Infine, anche se non puoi realmente controllare l’andamento del mercato nel tempo puoi però controllare come reagisci a questi eventi. La psicologia del mercato  e i titoli delle notizie riportate sui giornali è probabile che ti spingeranno a vendere quando è il momento di comprare, e viceversa.
Ecco perché così tanti consulenti finanziari sottolineano l’importanza di un piano a lungo termine, che puoi “impostare e dimenticare” fino al momento di riequilibrarlo una o due volte l’anno.

Seguire il comportamento della folla potrebbe essere altamente distruttivo, se acquisti quando tutti comprano e vendi quando tutti vendono potresti davvero fare la scelta sbagliata.

In breve, la strada migliore per un futuro roseo da investitore è imparare prima le basi, agire in modo rilassato e soprattutto semplice.
Quando si parla di investimento non sempre il percorso scorrerà senza ostacoli, ci saranno momenti che sembrerà che tutto sta andando per il verso sbagliato. Segui le semplici regole che ti abbiamo illustrato e vedrai che il tuo futuro avrà una buona probabilità di essere migliore.

Leggi anche: Investimenti per principianti: le regole fondamentali (parte prima)

Leggi anche: Investimenti per principianti: le regole fondamentali (parte seconda)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*