La gestione dei margini per il trading su Markets

Markets è uno degli operatori principali presenti sul mercato del trading on line, con servizi che spaziano dal Forex e dai CFD alle criptovalute.

Un aspetto molto importante quando si parla di CFD è la politica applicata per i margini, un concetto molto importante da capire per poter sfruttare a pieno le potenzialità della piattaforma di trading on line. Markets ci dà una mano, spiegando sulla propria piattaforma come interpretare al meglio tutti gli aspetti legati alla gestione del margine

Leggi anche: La Recensione di Mr Banca su Markets.com

Prima di tutto ricordiamo quindi alcuni concetti fondamentali sul trading con i CFD

Il trading con i CFD

Nel trading con i CFD, come noto, non vengono fisicamente acquistati i titoli, ma si opera, come dice il nome stesso, sulle differenze di prezzo. Così quando si apre una posizione “long” (equivalente ad un “buy”) si guadagnerà o si perderà sulla differenza di prezzo tra quello  che il titolo ha alla chiusura  della posizione rispetto all’apertura

L’effetto leva

Molti operatori consentono inoltre di operare con la leva, ovvero un effetto moltiplicatore che, a fronte dello stesso capitale impegnato, consente un “acquisto” virtuale di titoli pari anche fino a 300 volte il capitale stesso. In questo modo è possibile avere un maggior guadagno sulle posizioni in attivo ma, ovviamente, questo meccanismo può determinare un effetto moltiplicatore anche delle perdite

Markets.com

TRADING TOOLS +
CONTO PRATICA GRATUITO

Voto: 7.9/10
INFORMATIRICHIEDI

Il margine

Quando apriamo una posizione, quindi, dobbiamo avere un capitale tale da poter sostenere il costo associato, tenendo conto della leva. Se ad esempio abbiamo una leva di 1:200 possiamo aprire una posizione per  1000 Euro sulla coppia EUR/USD utilizzando fondi per circa 5 euro. In questo caso si dice che il margine richiesto per aprire questa posizione è di circa 5 euro. Il margine quindi rappresenta quanto dobbiamo avere sul conto per poter aprire una determinata posizione

Margine disponibile e di mantenimento

In genere si distingue poi tra margine disponibile e margine di mantenimento:

  • Il margine disponibile è la somma disponibile sul conto che può essere utilizzata come margine per aprire nuove posizioni
  • Il margine di mantenimento è invece quello necessario per poter mantenere aperte le posizioni attive. In pratica ciascun broker deve cautelarsi, in caso di perdita da parte del proprio cliente, per evitare scoperti di conto. Man mano che ci si avvicina ad un limite considerato “pericoloso” in tal senso, viene in genere prima richiesto di depositare nuovi fondi e successivamente, al raggiungimento di una determinata soglia, le posizioni vengono chiuse

La gestione dei margini di Markets

Markets è molto chiaro e trasparente sulla gestione del margine

Vediamo una gestione pratica  con riferimento al cruscotto di controllo messo a disposizione da Markets sulla sua piattaforma, sia WEB che mobile:

Vediamo nel dettaglio le singole voci:

  • Il saldo è la somma disponibile sul conto e non tiene conto dei profitti o delle perdite attualmente in corso
  • L’equità è invece la somma disponibile sul conto al netto dei profitti e delle perdite in corso. In pratica corrisponde alla somma che sarebbe effettivamente disponibile se si chiudessero immediatamente tutte le posizioni
  • Profitti/Perdite sono l’insieme dei guadagni e delle perdite relative a tutte le posizioni aperte
  • Il margine disponibile è la somma disponibile per aprire delle nuove posizioni, ed è ottenuto dalla differenza tra il capitale ed il margine usato
  • Il margine di mantenimento è la quantità di capitale che deve essere presente sul conto per poter mantenere le posizioni aperte. Markets specifica che se il livello del conto dovesse scendere sotto il livello del margine di mantenimento le posizioni aperte verrebbero automaticamente chiuse. E’ pertanto importante monitorare questo valore, per evitare la chiusura repentina delle posizioni in un momento che potrebbe non essere considerato quello più idoneo
  • Il margine usato è il capitale attualmente usato dalle posizioni aperte
  • Il livello di margine è dato dal rapporto tra il capitale ed il margine utilizzato, espresso in percentuale. Markets specifica che nel caso in cui il livello di margine dovesse scendere sotto il 100% verrebbe impedita l’apertura di nuove posizioni. Se il livello dovesse invece scendere sotto il 50% verrebbe mandata una richiesta di margine e successivamente le posizioni verrebbero chiuse partendo da quella che sta subendo la perdita più elevata
  • Disponibile per il prelievo è la somma che può essere prelevata facendo richiesta a Markets

Comprendere bene il funzionamento dei margini è pertanto di grande importanza e Markets fornisce un valido aiuto per utilizzare a pieno questo strumento.

 BrokerVotoLeggiVai
ETX CapitalETX Capital8.5/10RecensioneRichiedi
LibertexLibertex8/10RecensioneRichiedi
AvtradeAvatrade8/10RecensioneRichiedi
Markets.comMarkets.com7.9/10RecensioneRichiedi
Trade.comTrade.com7.8/10RecensioneRichiedi
City IndexCity Index7.7/10RecensioneRichiedi
UFXUFX7/10RecensioneRichiedi
Plus500Plus5006.5/10RecensioneRichiedi
eToroeToro5.9/10RecensioneRichiedi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*