Le 7 app di Finanza e Fintech che non possono mancare sul tuo smartphone

Nell’ultimo decennio il mondo dell’internet banking e della finanza è diventato sempre più telematico e accessibile tramite i dispositivi che sono entrati prepotentemente nel nostro vivere quotidiano: smartphone, tablet e pc. Sin da subito i grandi istituti di credito si sono attrezzati mettendo a punto, con più o meno successo, delle aree dedicate all’internet banking per poter gestire tranquillamente dal proprio divano bonifici, depositi bancari o semplicemente per controllare le comunicazioni della propria banca. Quello su cui vogliamo focalizzare la nostra attenzione oggi è invece lo sviluppo di istituti di credito e di opzioni di carte di credito solo ed esclusivamente gestite on line, tramite delle app dedicate, che non prevedono in alcun modo il supporto fisico di uno sportello “tradizionale”. Tra le app di finanza e fintech abbiamo quindi individuato sette soluzioni più convincenti per questo tipo di applicazioni e vogliamo elencarvele una per una, andandone a specificare le caratteristiche principali e le principali funzionalità.

Le 7 app di finanza da non perdere:

Revolut

Le 7 app di finanza: RevolutLa prima app di cui vogliamo parlarvi è Revolut, servizio bancario digitale nato a Londra circa 4 anni fa e che in questo brevissimo lasso di tempo è stato capace di espandersi in 42 paesi del Mondo. Revolut è un conto on line multivaluta che permette tramite App di poter effettuare operazioni di svariato tipo. Revolut consente infatti di accendere assicurazioni sulla persona o su beni, effettuare bonifici, avere a disposizione fino a 3 carte di credito reali e 5 carte di credito virtuali associate al proprio conto. E’ possibile anche pianificare un piano di risparmio per obiettivi, con l’App che automaticamente, a cadenze stabilite, provvedere ad accantonare una determinata somma non rendendola più disponibile. Oltre al conto Revolut principale sono previste due opzioni di tipo business dedicate alle aziende (Revolut Company) e ai liberi professionisti (Revolut Freelancer). Questo tipo di opzione è molto usata da chi viaggia molto, visti anche i ridottissimi costi di gestione (che sono pari a 0 se si sceglie un conto Standard). Per attivare Revolut basterà scaricare la relativa App disponibile sia su Google Play che su App Store per poi avviare la procedura guidata di apertura conto, che diventerà effettiva una volta versato per la prima volta almeno 10 € o il suo equivalente in altra valuta.

Monzo

Passiamo adesso a Monzo, carta di debito prepagata Mastercard che partendo dal Regno Unito ha raggiunto nei suoi quasi 5 anni di vita una mole di transazioni pari a circa 200 milioni di sterline ed è stata usata in 40 paesi nel mondo. Anche questa carta è gestibile in maniera rapida e facile tramite una App scaricabile da Google Play e App Store, e tra i suoi vantaggi, oltre ai costi nulli, ha il servizio di notifica direttamente sullo smartphone (come i servizi di messaggistica istantanea che avvertono nel caso in cui ci siano state operazioni sulla propria carta), la possibilità di inserire delle note alle operazioni fatte e la recente concessione di poter operare come un qualsiasi istituto di credito bancario. Monzo offre inoltre la possibilità di poter effettuare pagamenti in tutto il mondo sul circuito Mastercard senza commissioni in caso di prelievo all’estero ed è molto indicata quindi per chi viaggia spesso. Due curiosità: il colore arancione vivo la rende facilmente visibile nel proprio portafoglio e il nome Monzo ha sostituito il precedente “Mondo” a seguito di una discussione on line con chi ne era già possessore. Per richiederla basterà scaricare la App di Monzo e procedere alla procedura guidata.

Curve

Curve è una App davvero unica nel suo genere visto che è una carta virtuale di pagamento che al suo interno, e grazie al supporto di una App, contiene altre carte di pagamento già possedute dal cliente. Facciamo un esempio pratico per capire la validità di Curve: chi possiede tre carte di credito e/o di debito, collegandole al conto Curve ha modo di gestirle tramite una sola app, accorciando i tempi e velocizzando le  operazioni. Possiamo impostare una carta di credito o di debito di riferimento dalla quale effettuare istantaneamente operazioni di qualsiasi genere ma possiamo in qualsiasi momento passare da una carta all’altra. Curve ha lanciato all’inizio di quest’anno anche una propria carta fisica in tre versioni, con delle funzionalità premium che variano in base al colore (Rose Gold, Blue Steel, Limited Edition Red). Le transazioni su Curve sono comunque gestite dal circuito Mastercard e come per le precedenti per attivare il conto basterà scaricare la relativa App su Google Play e App Store.

WeSwap

Altra ricaricabile che non fa capo a nessun istituto di credito è WeSwap. Nata da una iniziativa di un gruppo di giovani imprenditori, la carta WeSwap è rivolta ad un pubblico prevalentemente giovane e che viaggia molto. Consente infatti di poter effettuare molteplici operazioni in diverse valute e comporta costi di gestione pari a zero. Per richiederla basta collegarsi al sito di riferimento e, dopo aver atteso alcune giorni per la convalida dell’account, si potrà richiedere la carta fisica con il quale operare. Alcuni punti a sfavore di WeSwap: non si ottiene un codice Iban a differenza di altre carte simili e la carta non si avvale della tecnologia contactless per i pagamenti immediati. Ultima curiosità: facendo iscrivere a WeSwap un minimo 10 utenti attraverso un link che la società fornisce, vengono regalati 5€ per ogni utente che si è fatto registrare. Il limite annuo di transazioni che si può avere con questa carta è di 12.000€.

Bitgold

Le 7 app di finanza: BitgoldCurioso è il caso e l’intuizione di un gruppo di giovani imprenditori che nel 2013 hanno fondato BitGold, società che offre ai propri clienti una piattaforma ed un account per effettuare operazioni in oro. Infatti registrandosi al sito di BitGold, società iscritta al registro delle imprese canadese, in cui è classificata come azienda che esercita l’attività di scambio di oro e monete preziose, sarà possibile effettuare acquisti, vendite e scambi nel metallo prezioso più conosciuto al mondo. Una curiosità: nel management di Bitgold è presente anche il figlio  del magnate statunitense Soros.

Transferwise e Currency Fair

In questo ultimo paragrafo invece vogliamo focalizzare la nostra attenzione su due piattaforme che stanno spopolando in questo periodo dove gli spostamenti sono facilitati da un mondo sempre più “piccolo” e aperto. . Parliamo di Transferwise e Currency Fair. Queste due piattaforme consentono di effettuare invio e ricezione di denaro tra due conti in due paesi diversi e con diversa valuta. Chi si registra presso il proprio sito, infatti,  può inviare e ricevere denaro in valute diverse, con un tasso e delle commissioni che sono ridotte di circa l’80% per cento rispetto a quelle applicate delle banche tradizionali. Su entrambi i siti è presente una calcolatrice che permette di inserire la somma che si desidera inviare nella moneta del paese dove ci si trova e di conoscere così la somma, al netto della commissione applicata (in genere intorno allo 0,15%), che si riceverà nel paese del destinatario con la moneta corrente. Queste due società sono presenti in tutti i continenti in maniera capillare ed operano su circa 100 monete diverse.

 BrokerVotoLeggiVai
Markets.comMarkets.com8.6RecensioneRichiedi
ETX CapitalETX Capital7.8RecensioneRichiedi
Trade.comTrade.com7.4RecensioneRichiedi
BDSwissBDSwiss7.3RecensioneRichiedi
LibertexLibertex7.3RecensioneRichiedi
iTrader.comiTrader.com6RecensioneRichiedi

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*