L’erba entra in borsa

L'erba entra in borsa

Tilray (NASDAQ: TLRY) è diventata la prima compagnia produttrice e distributrice di marijuana a scopo ricreativo ad avere un’offerta pubblica iniziale (IPO) sulla borsa americana raccogliendo una somma totale pari a 153 milioni di dollari. Pur esistendo già altre compagnie dello stesso settore e listate nella borsa americana, come Cronos Group e Canopy Growth Corp., tutte queste sono entrate inizialmente passando dalla borsa canadese.

Questa notizia ha fatto il rapido giro dei più famosi siti finanziari statunitensi perché rappresenta l’entrata a Wall Street della cannabis… solo come comparto industriale dal momento che a New York, come in molti altri stati americani, la marijuana resta tutt’oggi vietata.

Il contesto legislativo negli Stati Uniti d’America però sta cambiando e a dimostrazione di ciò val la pena ricordare il tema della depenalizzazione in funzione dei vari distinguo tra uso terapeutico, ricreativogastronomicoindustriale, nonché tra i concetti di produzione e di distribuzione.

Il mercato statunitense, che tutti gli esperti prevedono allargherà sempre di più le proprie maglie normative, si stima genererà nei prossimi anni un volume d’affari di circa 50 miliardi di dollari!

Marijuana

Negli altri mercati internazionali il fenomeno in atto è quello dell’espansione della legalizzazione della marijuana anche per uso ricreativo oltre a quello terapeutico come ad esempio in Canada dove è previsto a partire dall’ottobre 2018. Questa crescita porterà probabilmente alla rapida espansione sia del numerosità delle aziende che si occuperanno di cannabis che del loro perimetro di business e un vantaggio temporale potrebbe rappresentare per aziende come Tilray una sicura chiave di successo.

Tilray, un titolo “stupefacente”

Il titolo di Tilray è stato volatile fin dal suo ingresso in borsa a Wall Street il 19 luglio scorso. Al debutto una azione veniva scambiata per circa 17 dollari chiudendo il primo giorno a circa 22,34 dollari e guadagnando subito il 31,4%. Il secondo giorno (venerdì 20 luglio) l’incremento è stato ancora più incredibile raggiungendo il valore di 29,73 dollari arrivando al 75% del valore iniziale.

Valore azioni Tilray
“Valori azioni Tilray dall’entrata in borsa ad oggi”

Dopo questo inizio scintillante la corsa si è attestata intorno ai 26 dollari fino al 13 Agosto per iniziare una rapidissima scalata verso i 39,94 dollari raggiunti il 21 agosto (equivalente al 135% del valore iniziale) e ai 43,86 dollari raggiunti in chiusura venerdì 24 agosto (pari al 158% del valore iniziale)!

Oggi Tilray ha una capitalizzazione totale pari a 3,51 miliardi di dollari. Per comprenderne le dimensioni, stiamo parlando di una capitalizzazione paragonabile a quella del titolo Campari.

Leggi anche: I titoli italiani su Markets.com – Campari

L’erba entra in borsa

Questo processo internazionale diffuso di legalizzazione della marijuana, unito ad un valore di capitalizzazione di queste società non ancora inaccessibile, potrebbe attirare gli appetiti una delle grandi compagnie del tabacco come Philip Morris International (capitalizzazione di circa 128 miliardi di dollari). Una acquisizione potrebbe innescare una serie di fenomeni positivi a catena spingendo la potenzialità di business e il valore di Tilray ancora più in alto.

Tilray, una società in espansione

Tilray nella sua IPO iniziale, l’offerta pubblica per la prima quotazione in borsa a Wall Street, è stata valorizzata 1,56 miliardi di dollari, raccogliendo sul mercato 153 milioni di dollari, nonostante ancora ad oggi non sia una società redditizia. Ha iniziato a operare nel 2014, arrivando nel 2017 ad una perdita netta di 7,8 milioni di dollari. I primi tre mesi del 2018 sono stati chiusi con una perdita netta di 5,2 milioni di dollari.

Tilray

Le risorse raccolte con la quotazione al Nasdaq saranno utilizzate per coprire i costi e per un piano di espansione della produzione, che dovrebbe passare da una superficie coltivata di oltre 5.500 metri quadrati a una di oltre 84.700 metri quadrati, per andare in zona profittevole e ripagare tutti gli investimenti iniziali.

La società canadese ha di recente scelto il Portogallo per installare un nuovo impianto internazionale per la produzione e la coltivazione della cannabis. Una coltivazione di 11.500 metri quadri progettata per produrre 68 tonnellate di fiori di cannabis prima della fine dell’anno in corso. Una espansione a breve a 15.000 metri quadrati di superficie coltivata con l’aggiunta di oltre 1.500 metri per i laboratori e l’area di produzione dei prodotti. Tilray sta assumendo i migliori specialisti in orticoltura, per monitorare la crescita di queste piante di marijuana, ma anche gli strateghi nei settori di marketing e in quelli commerciali per incrementare velocemente i fatturati.

Ultimo tassello importante riguarda la partnership strategica per la vendita di prodotti di marijuana medicali e non combustibili tra Tilray e la Sandoz Canada Inc., la consociata canadese di Novartis, la quarta più grande azienda farmaceutica del mondo.

Novartis

Investi sulle azioni del listino Nasdaq con Libertex

Attualmente non è ancora presente Tilray tra i prodotti azionari offerti da una delle piattaforme di trading online più potenti e semplici da utilizzare al mondo: Libertex.

Siamo venuti a conoscenza di rumors per cui immaginiamo che a brevissimo anche Tilray sarà uno dei prodotti azionari offerti da Libertex e nel quale ti consigliamo di investire in questo quadrimestre conclusivo del 2018.

Libertex

20 ANNI DI ESPERIENZA
2,2 MILIONI DI CLIENTI

Voto: 7.3/10
INFORMATIRICHIEDI

Gli altri broker consigliati da MrBanca per i vostri investimenti CFD su azioni

 BrokerVotoLeggiVai
Markets.comMarkets.com8.6RecensioneRichiedi
ETX CapitalETX Capital7.8RecensioneRichiedi
24option24option7.7RecensioneRichiedi
24CM24CM7.5RecensioneRichiedi
Grand Fx ProGrand Fx Pro7.4RecensioneRichiedi
Trade.comTrade.com7.4RecensioneRichiedi
LibertexLibertex7.3RecensioneRichiedi
iTrader.comiTrader.com6RecensioneRichiedi

Aphria: la cannabis disponibile su mobile trading online