Luce e Gas

Luce e Gas

Prima di iniziare a fare una panoramica su quelle che in questo momento sono le offerte più convenienti per quelle che sono le esigenze di un consumatore medio italiano e della propria famiglia per quel che riguarda i consumi di luce e gas, è doveroso premettere che questo viaggio tra tariffe e prezzi bisogna contestualizzarlo a questo determinato momento. Precisazione doverosa visto che mai come in questo momento il mercato libero è in continua evoluzione. Si aggiungono nuove compagnie energetiche, le offerte vengono calibrate anche in base alle esigenze di ogni singolo consumatore e quindi i dati e le curiosità che di seguito elencheremo sono da prendere assolutamente come non assolute ed immutabili.

Luce e Gas

Le domande che più frequentemente vengono rivolte agli esperti del settore e, più in generale, in ogni forum dedicato sono sempre le stesse: qual è la compagnia elettrica più conveniente? E per quanto riguarda il gas? E’ conveniente accettare le proposte che provengono dai call center che chiamano a casa agli orari più disparati?

Luce e Gas: proviamo a darvi qualche risposta

Fino a pochi mesi fa era davvero molto complicato riuscire a mettere a confronto le tariffe che le varie compagnie del mercato libero di luce e gas mettevano a confronto. Basta fare un esempio; una compagnia energetica di Roma, nella più totale frenesia di essere originale e di accaparrarsi nuovi clienti, proponeva all’interno dei contratti di fornitura di energia elettrica anche dei massaggi all’interno di una “spa” della capitale. Risultava difficile per il consumatore finale riuscire a capire se l’offerta era conveniente visto che il valore frontale del costo dell’energia è non più del 35/40% del totale finale della tariffa.

Proprio per rendere più di facile comprensione il prezzo reale per la fornitura di gas e luce, l’ARERA, l’autorità di regolazione per Energia Reti e Ambiente, ha imposto a tutti gli operatori del settore di aggiungere anche un contratto standard nel mazzo delle varie offerte commerciali per renderli più facilmente comparabili. Questo contratto standard prende il nome di PLACET, acronimo di Prezzo Libero A Condizioni Equiparate di Tutela. Le proposte commerciali PLACET si dividono in famiglie e imprese, tra luce e gas, tra prezzo fisso e prezzo variabile e, per quel che riguarda l’energia elettrica, anche tra prezzo uniorario (in cui il prezzo è uguale in ora e in qualsiasi giorno) e multi orario (il prezzo è più basso nei festivi e di notte).

Luce e Gas

Il mercato dell’energia viene suddiviso in due grandi categorie: il mercato tutelato e il mercato libero. Il mercato tutelato è quello riservato alle famiglie e alle piccole utenze commerciali ed industriali. In questo tipo di mercato i consumatori non scelgono il fornitore, che è la società locale di distribuzione, e le bollette vengono aggiornate trimestralmente dall’autorità centrale dell’energia, l’Arera, in base all’andamento del mercato. Il mercato libero al contrario offre più soluzioni di tariffa ed in genere al semplice servizio di erogazione di energia vengono abbinate anche offerte integrative come polizze assicurative e punti fedeltà. Per passare dal mercato tutelato al mercato libero non servono particolari formalità e non serve assolutamente cambiare i fili dell’impianto elettrico o i tubi del gas, così come si può tornare al mercato tutelato dal mercato libero. Più o meno quello che succede con il mercato della telefonia.

C’è però una data importante da segnare in rosso sul calendario. Infatti dal 1 luglio 2019 tutte le compagnie saranno obbligate a passare al mercato libero e quindi dovremo scegliere da chi farci fornire luce e gas. Naturalmente questo ha scatenato una guerra tra le varie compagnie sin da subito, con politiche commerciali diverse e che mirano a conquistare la maggior parte dei clienti.

Luce e Gas

Sorgenia per esempio ha un politica di prezzi molto bassi per quel che riguarda il segmento famiglie mentre Edison punta forte sul mercato della fornitura per le imprese. In generale il trend seguito è quello di equipararsi a grandi linee sui prezzi, soprattutto per non esasperare una guerra commerciale che potrebbe causare la crisi per molte di queste aziende. Infatti in questo tipo di mercato se una o più aziende alzano il prezzo le altre le seguono a ruota e naturalmente la stessa situazione si verifica nel caso in cui il prezzo scenda. Per riuscire a muoverci meglio in questo mare di offerte di fornitura di gas e luce è presente sul web il sito www.prezzoenergia.it che permette di raccogliere e confrontare tutte le offerte placet delle varie compagnie sulle indicazioni fornite dall’Autorità Centrale Arera.

Dando un occhiata al sito si può verificare che Sorgenia ha una politica di riconquista “aggressiva” della clientela puntando sul prezzo mentre ad esempio Eviva ha preferito collocarsi nel segmento ad alto valore, tenendo un profilo molto competitivo per quel che riguarda il mercato elettrico per le imprese. Eni ed Estra invece hanno puntato su offerte più aggressive per quel che riguarda il comparto gas. Illumia punta sul segmento business mentre per quel che riguarda le famiglie, Green Network è quella più competitiva. In ultima battuta si può notare come il mercato dell’energia elettrica offra più possibilità di scelta mentre il mercato della fornitura di gas sembra ancora un po’ legato alle realtà locali e alle vecchie società municipalizzate.

 BrokerVotoLeggiVai
Markets.comMarkets.com8.6RecensioneRichiedi
ETX CapitalETX Capital7.8RecensioneRichiedi
Trade.comTrade.com7.4RecensioneRichiedi
BDSwissBDSwiss7.3RecensioneRichiedi
LibertexLibertex7.3RecensioneRichiedi
iTrader.comiTrader.com6RecensioneRichiedi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*