Mac Coin: La nuova “Valuta” di McDonald’s

L’emissione di una propria moneta, ormai sembra essere diventata una moda che ha perso tutti gli operatori del mondo economico e finanziario. Una strategia pubblicitaria e di marketing che ha deciso di intraprendere anche McDonald’s, anche se con un imprinting decisamente lontano da quella che può essere l’emissione di una vera e propria moneta.

Arriva il Mac Coin la moneta fisica di McDonald’s!

Sarà una vera e propria moneta fisica e non una cripto valuta. Il Mac Coin, così si chiamerà la nuova “moneta” di McDonald’s, avrà un valore fisso: esattamente quello di un Big Mac, e cioè 3,99 dollari.

A partire da giovedì 02 agosto questa nuova iniziativa ha preso inizio in vari paesi in cui è presente il colosso dei fast food in tutto il mondo (tra questi purtroppo non c’è l’Italia). Essa prevede che per ogni Big Mac acquistato verrà distribuita una moneta che darà diritto, a partire dal giorno seguente, ad avere un altro Big Mac gratuito in 36 mila ristoranti presenti in oltre 30 paesi in tutto il mondo. Una sorta di “dollaro” che invece di avere una copertura in titoli bancari oppure in oro, può vantarne una in hamburger e bacon.

La distribuzione di oltre 6 milioni di Mac Coin è la trovata pubblicitaria inventata dall’azienda di Cupertino per le celebrazioni dei 50 anni di fondazione dell’azienda diventata icona della globalizzazione in tutto il mondo.

I numeri di MacDonald’s

Un dato che rende bene l’idea di cosa sia diventato McDonald’s globalmente è quello relativo ai panini venduti in tutto il mondo nell’ultimo anno: 1 miliardo e 300 milioni in tutto il pianeta.

Altra curiosità che ben fa capire che importanza ha acquisito il “panino con la M” nel corso degli anni; esso infatti si è trasformato in uno strumento del potere d’acquisto delle valute di tutto il mondo grazie al Big Mac Index dell’Economist che mette a confronto il prezzo dei panini in tutto il mondo.

Altro anniversario importante in questo 2018 è quello del centenario della nascita di Jim Delligatti, dipendente storico di McDonald’s che è ritenuto il creatore della ricetta del Big Mac, che sostanzialmente non ha subito variazioni di sorta nel corso dell’ultimo mezzo secolo.

Ma il Mac Coin è una criptovaluta?

I Mac Coin naturalmente potranno essere sfruttati per prendere il proprio Big Mac gratuito oppure, come è molto prevedibile, diventeranno anche oggetti da collezione. Una dovuta precisazione fatta da McDonald’s che ha chiuso immediatamente tutte le discussioni: non ha nessuna intenzione di passare a breve o a lungo termine alle cripto valute. Il Big Mac rimarrà per un bel po’ di tempo solo un panino.

La storia di MacDonald’s

Ma facciamo una carrellata rapida su quella che è la storia e su quelle che sono le dimensioni di McDonald’s. La storia parte nel 1937 da una brillante idea dei fratelli Dick e Mac Mc Donald che ad Arcadia in California fondano un chiosco di hot dog mentre il primo ristorante denominato “Mc Donald’s Bar-B-Q” viene aperto nel 1940 a San Berardino sempre in California. La storia del McDonald’s cambia quando Ray Kroc, fornitore di frullatori, fonda la “Mc Donald’s System” per facilitare la politica di Franchising dell’azienda ed inoltre acquista il terreno dove sorge il ristorante dei fratelli Mc Donald, costretti dopo poco tempo a vendergli l’attività per poco più di due milioni di dollari. Nel 1955 Kroc fonda il suo primo ristorante della nuova società a Des Planes mentre nel 1967 viene fondato a Richmond in Canada il primo ristorante fuori dai confini nazionali. Nel 1971 invece a Zaandam nei Paesi Bassi il primo ristorante in Europa. Ad oggi McDonald’s impiega a tempo pieno 438.000 persone.

I dati economici di MacDonald’s

Passiamo adesso ad analizzare alcuni dati economici che fotografano anche da questo punto di vista la situazione di McDonald’s.

Nel periodo compreso tra il 2015 e il 2017 il fatturato è diminuito del 10,20% mentre di contro il margine operativo lordo è cresciuto dagli 8.701,20 milioni di dollari ai 10.916,10 con un crescita del 13,60% dell’Ebitda Margin.

Il risultato operativo è cresciuto del 33,69% toccando il valore di 9.552,70 milioni di dollari mentre l’utile d’esercizio è cresciuto del 15% arrivando a quota 5.192,30 milioni di dollari.

Se guardiamo alla situazione patrimoniale, McDonald’s ha registrato un miglioramento del rapporto debt to equity che è passato da 2,32 al valore di  -8,37, conseguenza di un patrimonio netto di -3.268,00 e di un indebitamento finanziario netto di 27.351,00 milioni di dollari.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*