Macroeconomia e trading online, cosa li accomuna?

Macroeconomia e trading online, cosa li accomuna?

Macroeconomia e trading online: li accomuna qualcosa o sono come il diavolo e l’acqua santa?

In prima battuta si potrebbe pensare a due mondi molto lontani tra loro: da una parte la macroeconomia, un termine che evoca eruditi professori di economia, dibattiti complicati e fenomeni globali difficili da comprendere. Il trading online, viceversa, può apparire un mondo di “smanettoni” che in modo frenetico cercano di guadagnare con attività molto concrete e veloci nel tempo, senza un grande approfondimento teorico.

In realtà invece le cose non stanno proprio così, ed esiste un anello di congiunzione tra i due mondi, che li rende molto più vicini di quanto si creda: è l’analisi fondamentale.

L’ importanza della macroeconomia per il trading online

Perché la macroeconomia è importante per il trading online? Cerchiamo di capirlo, partendo innanzitutto da una semplice definizione di macroeconomia e degli strumenti principali per il trading on line, l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale

La macroeconomia

La macroeconomia è una scienza che ha come principale obiettivo l’analisi e lo studio di alcune importanti grandezze aggregate rilevanti per l’economia di un paese, come il PIL, l’inflazione, i tassi d’interesse, la moneta circolante, il consumo, la spesa pubblica, la disoccupazione ed altre ancora. Tutti aspetti utili per la guida ecocnomica di un paese e per mille altre applicazioni. Come vedremo, sono oggetto di attenzione anche per chi si occupa di mercati finanziari e, di conseguenza, di trading

Il trading online e l’analisi fondamentale

macroeconomia e costo del denaro Il trading online si avvale di una serie di strumenti di supporto agli operatori del settore. L’obiettivo è evidentemente quello di poter prevedere, nel modo più accurato possibile, il destino degli asset finanziari, dalle azioni alle valute, dagli indici ai derivati, per poter fare le mosse giuste ed ottenere dei profitti dalla propria attività di trading.

Tra i vari strumenti a disposizione, due classici e molto noti sono l’analisi tecnica e l’analisi fondamentale, spesso viste in contrapposizione tra loro.

  • L’analisi tecnica è una serie di strumenti grafici e di indicatori che cercano di prevedere il futuro sulla base dello storico dell’andamento degli asset (ad esempio di un titolo azionario), senza entrare nel dettaglio dei fenomeni socio-politico-economici che possono avere influenza sull’andamento del titolo stesso
  • L’analisi fondamentale ha invece un approccio diametralmente opposto: si cerca proprio di capire quali sono i fattori che possono influenzare l’andamento del prezzo di un asset, sia “endogeni” (ad esempio il bilancio di un’azienda) che di contesto (le grandezze studiate dalla macroeconomia)

Il legame tra trading on line e macroeconomia: l’analisi fondamentale

Come dicevamo, è quindi proprio l’analisi fondamentale l’anello di raccordo tra la macroeconomia ed il trading online. Nell’analisi fondamentale infatti troviamo proprio lo studio delle grandezze della macroeconomia, che possono influenzare, in modo più o meno diretto, gli asset principali del portafoglio di un trader.

L’importanza della macroeconomia per i diversi prodotti finanziari

Non tutte le principali grandezze della macroeconomia hanno la stessa rilevanza per un determinato prodotto finanziario: le cose possono variare, anche in modo significativo. Senza la pretesa di un’analisi completa di tutte le situazioni possibili, possiamo farci un’idea considerando due tra i più importanti mercati del trading on line, quello valutario e quello azionario

La macroeconomia per il mercato Forex

Se guardiamo ad esempio il mercato Forex, alcune grandezze definite dalla macroeconomia sono fondamentali e vanno sicuramente prese inconsiderazione. Basti pensare ad esempio ai tassi di interesse o all’inflazione: un aumento di queste “forbici” nel confronto tra due stati possono portare a cambiamenti significativi anche nel rapporto di cambio tra le rispettive valute. Altre grandezze, come ad esempio la disoccupazione, hanno probabilmente un impatto meno diretto sul mercato valutario

La macroeconomia per il mercato azionario

macroeconomia, la borsa di MilanoSul mercato azionario l’impatto delle variabili economiche a volte è meno diretto, altre volte invece ha un peso equiparabile a quello per il mercato valutario. L’importanza della macroeconomia in questo caso dipende molto dal titolo in questione.

L’analisi fondamentale per i titoli azionari infatti si base molto sull’analisi dei parametri di bilancio delle società sotto osservazione. Tuttavia ci si concentra speso anche su altri aspetti, come il sistema paese di riferimento per il titolo in questione o il contesto relativo al particolare settore merceologico in cui opera quella determinata azienda. In alcuni casi le variabili della macroeconomia possono essere molto rilevanti: si pensi ad esempio ad un’azienda che produce la maggior parte del fatturato in esportazioni, oppure al caso in cui si faccia un ampio utilizzo di materie prime soggette al cambio euro/dollaro

Come spesso accade per il trading, quindi, non ci sono regole scritte sulla pietra, ed è bene agire sulla base di un’attenta valutazione del caso specifico al fine di utilizzare nel miglior modo possibile quella “cassetta degli attrezzi” che prevede al suo interno anche l’analisi delle principali variabili della macroeconomia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*