Chiariti i concetti base sulla composizione del Prezzo delle Opzioni, Mr Banca ti aiuterà adesso a capire meglio come e quali sono i fattori che influenzano il prezzo di una opzione.

Fattori Prezzo OpzioniSe vuoi investire in opzioni è importantissimo capire bene come i 6 fattori già descritti nella sezione precedente agiscono e quale effetto hanno sul prezzo della opzione. Vediamoli uno ad uno:

1 – Prezzo del sottostante

Il prezzo del sottostante influenza il prezzo di una opzione facendone cambiare il valore intrenseco.

Se aumenta il prezzo del sottostante Il valore intrinseco di  una opzione CALL aumenta
Il valore intrinseco di  una opzione PUT diminuisce

2 – Prezzo di Esercizio

Per vedere come lo Strike Rate influenza il prezzo di una opzione dobbiamo porre attenzione sul rapporto fra il prezzo di esercizio e il prezzo del sottostante.

Mr Banca ti illustra nella tabella seguente dove l’acquirente ha convenienza nell’esercizio dell’opzione, a seconda di tre casi che si possono verificare:

In the money (ITM)

Il prezzo di esercizio è minore del prezzo del sottostante (per l’opzione Call), il prezzo di esercizio è maggiore del prezzo del sottostante (per la opzione Put). L’acquirente (detentore) ha convenienza ad esercitare l’opzione.

At the money (ATM)

Il prezzo corrente dell’attività è uguale allo strike price. L’acquirente (detentore) è in posizione di indifferenza.

Out of the money (OTM)

Il prezzo di esercizio è maggiore del prezzo del sottostante (per l’opzione Call), il prezzo di esercizio è minore del prezzo del sottostante (per la opzione Put). L’acquirente (detentore) non ha convenienza ad esercitare l’opzione.

E sempre vero che se una opzione Call è “In The Money” la sua corrispondente Put è “Out The Money” e viceversa.

3 – La Volatilità

La volatilità di un titolo (o indice azionario) è definita come la misura dell’ampiezza delle fluttuazioni  del prezzo del titolo (o indice) stesso. Il prezzo del titolo varierà maggiormente se aumenta la volatilità del mercato.

Ampie fluttuazioni di mercato sottostante (al rialzo per le CALL e al ribasso per le PUT) giovano a chi acquista un’opzione. Questo perché  è più probabile che la opzione scada nella posizione ITM.

Infatti con maggiore volatilità attesa del sottostante, aumenta la possibilità di guadagno di una opzione (sia di Call che di Put) e al contempo la perdita resta fissa (vale sempre il premio pagato per l’acquisto dell’opzione).

4 – Il Tempo di Scadenza

Il tempo di scadenza come è facile intuire diminuisce all’avvicinarsi della data di scadenza contrattualizzata per la opzione.

Teniamo però conto che il tempo di scadenza influisce in maniera differente a seconda della tipologia delle  opzioni (ITM, ATM e OTM).

Nel caso di Opzioni ITM e ATM il passaggio del tempo può esprimersi con una relazione quasi lineare con la perdita del valore delle opzioni,  poichè ne costituisce una parte minima del valore.

Nel caso di opzioni OTM invece il tempo è una caratteristica rilevante e pesa molto sul valore delle opzioni: il valore può diminuire molto ed in maniera non lineare con il passare del tempo.

Ricordiamoci che una determinata Opzione può trasformarsi con il passare del tempo e passare da ITM a OTM.

5 – I Tassi di Interesse

Come può il tasso di interesse influire sul valore di un’opzione?

Vediamo questo aspetto con più chiarezza e focalizziamo la nostra attenzione sui seguenti punti:

  • Se varia il tasso di interesse, variano i prezzi dei titoli azionari;
  • Il prezzo di una opzione ha un termine di scadenza.

Ricordiamoci che una opzione fornisce all’acquirente il diritto di esercizio sull’attività del sottostante per un dato lasso di tempo fino alla scadenza. Quindi è evidente che questo diritto comporta un rendimento regolato dai tassi di interesse di mercato con strumenti che hanno analoga scadenza.

A questo punto è facile quindi immaginare che un aumento del tasso d’interesse giocherà in favore di una opzione CALL e in sfavore di una PUT.

6 – I Dividendi

Il prezzo di una opzione dipende sensibilmente dai dividendi e dalla modalità con la quale ogni società quotata decide la politica adottata nella gestione degli stessi.

Detto in maniera più semplice, il valore delle azioni viene ridotto dal pagamento dei dividendi: se una società decide di pagare dividendi alti, o altresi , bassi per reinvestire gli utili, questo comporta un diverso impatto sulla riduzione del valore di un’opzione di call e put.

Per fare più chiarezza, Mr Banca ti illustra in una tabella quale è la correlazione degli effetti dei fattori sopraelencati sul premio di una opzione.

Il Prezzo Delle Opzioni
Fattori caratterizzanti del prezzo delle opzioni

Tutto chiaro fin qui? Bene..

Nella prossima sezione MrBanca ti illustra il rapporto fra le opzioni ed il tasso di interesse del mercato con le definizioni di Cap, Floor e Collar. Clicca QUI per proseguire.