Misurare la redditività potenziale del capitale investito: Gearing e Leverage

Eccoci qui per continuare il nostro viaggo all’interno dello straordinario mondo delle opzioni finanziarie.

Adesso Mr Banca ti vuole illustrare altri due concetti a contorno dei fattori di sensibilità, noti anche con il nome di Greche ed illustrate ampiamente nella precedente sezione.

leverage-gearingInfatti nel mondo finanziario esistono anche due fattori, derivati dal concetto di Delta del prezzo dell’opzione, che misurano la redditività potenziale del capitale investito e che sono i seguenti:

  • Gearing
  • Leverage

Gearing e Leverage sono concetti così strettamente correlati tra loro che spesso è facile confondere tra i due, o ignorare le loro sottili differenze.

In questa sezione Mr Banca ti farà meglio comprendere quali sono le caratteristiche del Gearing e del Leverage e vedere cosa davvero significano questi due termini ed il modo in cui si distinguono fra loro.

Il Gearing

Il Gearing in termini pratici esprime la redditività potenziale del capitale investito.

Infatti il Gearing fornisce una misura della reattività del capitale investito rispetto alle variazioni del prezzo del sottostante.

Esistono due tipologie di Gearing:

  • il Gearing Lordo
  • il Gearing Netto

Andiamo a capire bene innanzitutto il primo elemento, il Gearing Lordo.

Il Gearing Lordo è il rapporto fra prezzo del sottostante e prezzo dell’opzione moltiplicato per un fattore. La sua formula può essere semplicemente espressa come di seguito:

Gearing Lordo = ( prezzo del titolo / prezzo dell’opzione )  x  Multiplo

Se ci pensate, misurare unicamente il rapporto fra prezzo del titolo sottostante e prezzo dell’opzione non è molto significativo, poiché esprime soltanto la leva dell’opzione rispetto al sottostante.

Pertanto, fare operazioni sulle opzioni solo in base al Gearing Lordo sarebbe alquanto rischioso se non azzardato poiché questo fattore ha dei limiti per vari motivi.

Proviamo ad elencarli qui di seguito:

  • il Gearing Lordo non tiene conto della volatilità del mercato;
  • il Gearing Lordo non tiene conto della moneyness dell’opzione;
  • il Gearing Lordo non tiene conto del Delta dell’opzione (è cioè la sua variazione rispetto al sottostante).

Se ad esempio nei mercati aumenta la volatilità, il prezzo dell’opzione sale molto, cosi come, se la volatilità scende, il prezzo scende di molto.

Ci rendiamo subito conto che il Gearing Lordo ha poco significato.

A correrci in aiuto è il concetto Gearing Netto.

Infatti al fine di correggere il tiro è sufficiente moltiplicare il Gearing Lordo per il Delta dell’opzione. ottenendo così il Gearing Netto, detto anche elasticità.

Il Gearing Netto o Elasticità (detta anche Omega) può essere rappresentato con la seguente formula:

Gearing Netto = Gearing Lordo x Delta
Il Gearing Netto in fin dei conti rappresenta il reale effetto leva dell’opzione considerata.

leva-finanziariaMr Banca ti ricorda che più strumenti riesci ad utilizzare per analizzare l’andamento del mercato, più mirata potrà essere la tua decisione sugli investimenti da intraprendere nel mondo delle Opzioni. I concetti di Gearing Netto e Gearing Lordo corrono in vostro aiuto in questa analisi più approfondita.

Ma proviamo a vedere, con Mr Banca, cosa è in termini più pratici il Gearing?

Facciamo un esempio:

Abbiamo uno Strike price di 110€ ed il prezzo dell’opzione è di 5€; possiamo facilmente calcolare il Gearing Lordo, che è di  110 €/ 5 €= 22.

Come potrai notare, l’acquirente dell’opzione pagando 110€ per il titolo, ha un controllo per 5€, quindi ha realmente un effetto leva pari a  22.

Molti dei software di trading che si incontrano presentano una colonna denominata “Gearing” che esprime proprio  questa proprietà di leva finanziaria.

Mentre se vogliamo mettere in evidenza la elasticità o Gearing Netto, assumiamo che, nello stesso esempio di cui sopra, la CALL abbia un Delta di 0,50.

Utilizzando la formula del Gearing Netto, abbiamo che 100€ / 5€ * 0.50 = 10.

In altri termini, se il titolo dovesse avanzare di 1€ (un movimento 1%), la CALL si muoverà circa di metà punto, da 5 a  5,50 € per un aumento del 10%.

Poiché l’opzione si è spostata 10 volte più veloce, l’elasticità o Gearing Netto è 10.

Indipendentemente da quale misura si utilizza, Mr Banca ti consiglia di non dimenticate il concetto più importante: più alto è il fattore di leva, più speculativa è la posizione finanziaria.

Leverage non è altro che il termine originale con cui in Old Britain avremmo definito il Gearing.

Gearing LeverageLeverage è un termine che viene preso in prestito dalla fisica, che viene definito semplicemente come un vantaggio meccanico che permette all’utente di ingrandire una forza.

 

In modo simile, infatti le opzioni finanziarie forniscono all’acquirente una leva finanziaria enorme: per ogni dato movimento di prezzo delle azioni, è possibile generare una “forza” più ampia ed ottenere un grande ritorno da un importo fisso di denaro.

 

Il Leverage misura l’effetto leva dell’opzione, ovvero l’effetto moltiplicatore calcolato come la variazione percentuale del prezzo data da una posizione di acquisto dell’opzione in seguito ad un salto di un punto percentuale di una identica posizione sul sottostante.

Si evince che per sua stessa definizione il Leverage di una opzione sarà molto basso quando più l’opzione si troverà in posizioni prossime al prezzo del sottostante, e cioè in posizioni In The Money. Cosi come l’effetto leva crescerà quando l’opzione si muoverà verso zone Out The Money.
Mr Banca vuole farti un ultimo monito: l’effetto leva, il Leverage, amplifica i movimenti del mercato, ma questo sia in senso positivo che negativo! Se il mercato si muovesse nella direzione opposta alla tua previsione, avresti una perdita maggiore!

 

E con questo è tutto sull’argomento…

Un caro saluto da Mr Banca!