Sarà una Brexit di Halloween!

Brexit
Brexit

Durante la campagna referendaria che condusse al voto del referendum consultivo, noto come Brexit, avvenuto il 23 giugno 2016 nel Regno Unito e dove i cittadini di Sua Maestà decisero per l’uscita dall’Unione Europea, si raccontò che lo schieramento di coloro che volevano rimanere in Europa fondarono la loro opposizione sul cosiddetto “progetto paura” (project fear).

A detta dei Brexiteers, i più convinti sostenitori dell’uscita della Gran Bretagna dalla comunità europea, il progetto paura consisteva nello spaventare eccessivamente gli inglesi del rischio in merito alle pesanti ripercussioni economiche che si sarebbero abbattute oltre manica una volta che si fosse avverata la Brexit  … ironia della sorte, ora la Brexit è stata posticipata alla prossima notte di Halloween, il 31 ottobre 2019 … quella che per definizione viene dipinta come la notte della paura!

La Brexit è stata posticipata ad Halloween
La Brexit è stata posticipata ad Halloween

La proroga della Brexit accettata dalla Comunità Europea

L’Unione Europea ha accetta di estendere la Brexit al 31 ottobre, a condizione che durante questo periodo di transizione il Regno Unito operi come stato membro nella modalità di “massima e sincera collaborazione”.

Libertex

20 ANNI DI ESPERIENZA
2,2 MILIONI DI CLIENTI

Voto: 7.3/10
INFORMATIRICHIEDI

La decisione di posticipare è stata presa giovedì 11 aprile in un lungo meeting che ha coinvolto tutti i leader europei, tra cui il premier inglese Theresa May e quello tedesco Angela Merkel, dopo circa nove ore di discorsi ed una cena di gala a base di insalata di capesante, lombo di merluzzo e semifreddo alle noci di macadamia. Un meeting terminato con l’ok all’estensione temporale dell’articolo 50 (la Brexit, ndr) e un avvertimento alla Gran Bretagna da parte del leader del consiglio europeo, Donald Tusk:

Questa estensione è flessibile come mi aspettavo che fosse, ma molto più breve di quanto potrebbe sembrare. Rappresenta ancora un tempo sufficiente per trovare la migliore soluzione possibile. Non sprechiamo questa occasione!

La Brexit viene spostata al 31 ottobre: Theresa May e Angela Merkel
La Brexit viene spostata al 31 ottobre: Theresa May e Angela Merkel

Qual’è il prossimo passo per la Brexit?

Ora tutto è, praticamente, nelle mani del parlamento inglese. Se i comuni accetteranno l’accordo di Brexit condiviso tra Unione Europea e il premier inglese Theresa May entro il 22 maggio prossimo si potrà procedere all’attuazione dell’articolo 50 entro il 1 giugno e senza che gli inglese saranno costretti a partecipare alle elezioni europee.

Se i comuni inglesi non riuscissero ad accettare l’accordo proposto entro il 22 maggio allora dovranno decidere per una delle seguenti possibilità: revoca della Brexit, elezioni generali per un nuovo parlamento inglese, un secondo referendum o un rimpasto dell’attuale governo dei Tory.

Theresa May e la Brexit
“Il primo ministro inglese Theresa May e la Brexit

Theresa May, in una conferenza stampa alle 3 del mattino a Bruxelles, ha promesso di continuare a lottare affinché in Gran Bretagna sia accettato il suo accordo di Brexit prima del 22 maggio evitando la necessità di partecipare alle elezioni del Parlamento europeo:

Le scelte che ora abbiamo davanti a noi sono scarse ed il calendario per prendere le decisioni è chiaro

Ma è chiaro a tutti che l’estensione di sei mesi ottenuta è anche molto pericolosa politicamente. La mette immediatamente nella zona di pericolo, creando un cuscinetto temporale sufficiente a lanciare una sfida alla leadership, un’elezione generale e un secondo referendum.

E cosa accade nella parte europea?

Angela Merkel ha definito le discussioni di giovedì 11 aprile come un dibattito “intenso ma necessario” dove è stato concordato tra tutte le fazioni in gioco che il Regno Unito ha davanti a se tre possibili alternative: potrebbe ratificare l’accordo di ritiro esistente e andarsene in qualsiasi momento tra ora e Halloween; potrebbe revocare la Brexit e rimanere nel blocco; potrebbe lasciare la comunità europea senza un accordo.

Donald Tusk ha parlato di “estensione temporale flessibile” perché l’Unione Europea il 31 ottobre prossimo potrebbe optare per un nuovo posticipo dell’applicazione della Brexit. Insomma la comunità europea non cambierà in alcun modo l’accordo trovato con Theresa May per l’uscita dalla comunità europea del regno di Sua Maestà ma massima disponibilità a trovare le modalità e le tempistiche migliori per l’attuazione del divorzio limitando al massimo gli effetti economici negativi.

Cosa accadrà da ora in avanti è molto incerto ma noi di Mr Banca ti suggeriamo di monitorare con attenzione gli accadimenti e di approfittare di questo periodo per investire nei prodotti legati alla Gran Bretagna, alla sterlina e, in generale, al contesto della Brexit. Le opportunità di guadagno sono dietro l’angolo!

Investi in Cfd nella coppia di valute Euro/Sterlina (EUR/GBP) con Libertex

Non perdete tempo e sfruttate al meglio l’occasione di investimento che avremo in questi giorni molto caldi sul fronte Brexit. Uno dei broker consigliati da Mr Banca permette di investire in modo semplice e sicuro nel mercato Forex e, in particolare, nella coppia di valute Euro/Sterlina (EUR/GBP): Libertex.

Libertex

20 ANNI DI ESPERIENZA
2,2 MILIONI DI CLIENTI

Voto: 7.3/10
INFORMATIRICHIEDI

Leggi anche: Come investire sul Bitcoin con Libertex

Gli altri broker consigliati da Mr Banca per i vostri investimenti in forex e criptovalute

 BrokerVotoLeggiVai
Markets.comMarkets.com8.6RecensioneRichiedi
ETX CapitalETX Capital7.8RecensioneRichiedi
Trade.comTrade.com7.4RecensioneRichiedi
BDSwissBDSwiss7.3RecensioneRichiedi
LibertexLibertex7.3RecensioneRichiedi
iTrader.comiTrader.com6RecensioneRichiedi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*