Indici value weighted (indici a ponderazione di valore)

Gli indici più utilizzati a livello mondiale, visto lo scarso successo dei primi due tipi descritti, sono quelli di tipo value weighted. In questo ultimo caso un parametro che entra in gioco è la quantità di azioni in circolazione (oltre alla capitalizzazione), valore sino a questo momento trascurato.

Per determinare il peso di ciascun titolo, la formula di base (solo a fini dimostrativi, senza entrare nel dettaglio) è quello di moltiplicare il prezzo del titolo per la quantità di azioni in circolazione (flottante).

Value weighted

Cosa serve sapere per valutare un'impresaFacciamo un esempio:

se la “Mr Banca Corporation” ha 5.000.000 di azioni in circolazione e il valore di scambio è pari a 10€, il suo peso nell’indice sarà pari a 50.000.000€.

Allo stesso modo se la “Mr Investement Corporation” ha 1.000.000 di azioni scambiate a 30€, il suo peso sarà pari a 30.000.000€.

Per quanto detto in precedenza, è semplice intuire che con il metodo di calcolo basato sulla ponderazione del valore, la Mr Banca corporation ha un impatto maggiore nella movimentazione dell’incide, al contrario di quanto accadrebbe, come visto in precedenza, sulla metodologia di calcolo basata sulla ponderazione del prezzo.

Con questo metodo di calcolo si ha un’attribuzione dei pesi che si avvicina maggiormente alla realtà avendo attribuito un peso maggiore ad aziende di dimensione maggiore (in termini di azioni circolanti e capitalizzazione).

Tra i più famosi indici value weighted troviamo:

  • S&P 500 e Nyse Composite (USA)
  • FTSE MIB (ITA)
  • FTSE 100 (LON)
  • CAC 40 (PAR)
  • DAX 30 (FRK)
  • TOPIX (JPN)